Calcio Estero Premier, il Chelsea stecca – Germania: Hoffenheim pari

Premier, il Chelsea stecca – Germania: Hoffenheim pari

631

Nella 25ª giornata di Premier League, i Blues non vanno oltre lo 0-0 casalingo con l’Hull. Vola l’Aston Villa, ora tocca al Liverpool. Bundesliga, 19° turno: la capolista strappa l’1-1 a Moenchengladbach nel finale e tiene a distanza l’Amburgo, sconfitto a Karlsruhe. Domani Bayern-Borussia Dortmund

 

FBL-ENG-PR-CHELSEA-HULLCITYUn altro passo falso, forse più grave della sconfitta subita una settimana fa a Liverpool: il Chelsea incespica ancora e lo fa con uno 0-0 casalingo contro l’Hull City nella 25ª giornata di Premier League. A Stamford Bridge, la squadra di Scolari crea qualche occasione, ma fa sinceramente troppo ppco contro la matricola guidata da Brown, in crisi di risultati dopo un avvio da rivelazione del campionato. Ora per i Blues sono guai seri, almeno in Premiership: al momento, la distanza che li separa dal Manchester Utd capolista è di 4 punti, ma i Red Devils hanno disputato due partite in meno dei londinesi. Una la giocheranno domani ad Upton Park contro il West Ham, l’altra la recupereranno mercoledì 18 febbraio all’Old Trafford contro il Fulham. Intanto, per il Chelsea la certezza è il sorpasso incassato dall’Aston Villa: la squadra di Martin O’Neill, vincendo a Blackburn per 2-0 (gran sinistro di Milner e raddoppio di Agbonlahor), agguanta momentaneamente il Liverpool (ora in campo a Portsmouth) e stacca di due lunghezze Lampard e compagni.

POCO CHELSEA – E nemmeno Lampard, in campo dopo l’azzeramento della squalifica per l’ingiusta espulsione ad Anfield, stavolta non riesce a dare la scossa a un Chelsea davvero poco brillante. L’Hull City, come è logico, imposta una gara prudente e corre qualche rischio in difesa, ma non ruba nulla e si rende pure pericoloso con Marney, che grazia Hilario in avvio di ripresa. Le migliori occasioni dei Blues arrivano da una punizione di Ballack e da uno spunto di Quaresma, appena arrivato in prestito dall’Inter e subito titolare. Per il portoghese, un esordio discreto: niente “trivele” e qualche numero interessante. Kalou è volenteroso ma impreciso, Anelka si vede poco e per Deco e Drogba c’è spazio solo nelle battute conclusive. L’ivoriano si fa vedere con una punizione ben calciata quasi allo scadere, ma il punteggio resta inchiodato sullo 0-0.
EVERTON SCATENATO – Tra gli altri risultati, spicca il 3-0 dell’Everton al Bolton, con rigore di Arteta e doppietta di Jo (uno dal dischetto), appena arrivato dal Manchester City. City che batte 1-0 il Middlesbrough con un gol di un altro giocatore che ha cambiato maglia nel mercato invernale, vale a dire Bellamy. Il Sunderland supera 2-0 lo Stoke City, pareggiano senza reti Wigan e Fulham. Il Newcastle (col vice Hughton in panchina dopo il malore che ha costretto il tecnico Kinnear al ricovero in ospedale) fa il colpo in casa del West Bromwich e passa per 3-2.
GERMANIA – Sabato ricco di colpi di scena in Bundesliga: nella 19ª giornata, l’Hoffenheim capolista resta a lungo in svantaggio a Moenchengladbach per effetto del gol di Baumjohann, ma trova il pareggio nel finale grazie a Wellington. Un 1-1 prezioso, perché permette alla squadra di Rangnick di mantenere invariate le distanze sull’Hertha secondo in classifica (fermato ieri sul pari dall’Arminia Bielefeld e sempre a -2 dalla vetta) e di allungare sull’Amburgo, sconfitto 3-2 a Karlsruhe dopo essere stato avanti 2-0. Domani, il Bayern può tornare a -1 dall’Hoffenheim in caso di successo all’Allianz Arena sul Borussia Dortmund. Intanto, crolla il Bayer Leverkusen, che cede 4-2 in casa allo Stoccarda. Sempre più giù anche il Werder Brema: lo Schalke 04 lo batte 1-0 a Gelsenkirchen. Eintracht Francoforte-Colonia finisce 2-2, il Wolfsburg (Barzagli titolare, Zaccardo in panchina) ha la meglio 2-0 sul Bochum.

Fonte: Gazzetta dello Spor di Stefano Cantalupi
Booking.com