Calcio Estero Premier League: Beffato il Chelsea, Arsenal per il sorpasso e City per...

Premier League: Beffato il Chelsea, Arsenal per il sorpasso e City per l’aggancio

Nel turno infrasettimanale di Premier League valido per la 26^ giornata, il Chelsea di Josè Murinho non va oltre il pari in casa del WBA (1-1) e perde una grossa occasione per tenere a debita distanza le inseguitrici.

Niente da fare: il ruolo di lepre in questa edizione della Premier League non lo vuole fare proprio nessuno. Nemmeno Mou , uno che a dettare i ritmi e scappare è abituato da sempre. Sembrava potesse essere il suo Chelsea la squadra pronta a prendersi sulle spalle un compito tanto caro agli inglesi  e invece i suoi Blues impattano in maniera ingenua a Brimingham contro il WBA. Una partita tutto sommato strana, con un Chelsea capace di sbloccarla nel momento migliore – 11 secondi oltre il tempo di recupero già concesso nel primo tempo – ma incapace di ucciderla nella ripresa. E quando tutto sembrava deciso ecco il gol di Anichebe – sulla solita fesseria da centrale difensivo di David Luiz – impiegato al posto dell’infortunato Terry – che fa sorridere Arsenal e City. Per i Baggies un punticino d’oro, per il Chelsea la minaccia di essere contro-sorpassati. Dopo solo 72 ore in vetta alla Premier League

Al vantaggio di Ivanovic nei minuti di recupero del primo tempo, rispondono i padroni di casa con la rete di Anichebe all’87’ che spegne tutte le speranze dei Blues di portarsi momentaneamente a +4 sull’Arsenal. Negli altri match di serata, vittoria in extremis del West Ham sul Norwich (2-0) grazie alle reti di Collins (84′) e Diame (94′), laddove il Southampton coglie un importante successo in casa dell’Hull City (0-1, Fonte); termina 0-0, invece, tra Cardiff e Aston Villa.

Mercoledì 12 febbraio 2014 il big match di giornata tra ArsenalManchester United.

L’Arsenal nel corso di questa stagione ha sempre mostrato di sapersi riprendere in fretta dalle sconfitte. Quando ha perso in Champions League la partita in casa contro il Borussia Dortmund, due settimane dopo è andato a vincere in Germania. Dopo la sconfitta per 6-3 contro il Manchester City e il successivo pareggio 0-0 contro il Chelsea, ha vinto cinque partite consecutive in Premier League. In questi risultati si capisce come la squadra di Wenger sia maturata e migliorata rispetto agli anni passati quando i giovani calciatori dell’Arsenal andavano in depressione alle prime difficoltà. È per questo motivo che la batosta di sabato a Liverpool (sconfitta per 5-1) non dovrebbe provocare danni ed è per questo che l’Arsenal è comunque favorito sul Manchester United, che se la passa molto peggio.

L’Arsenal gioca meglio del Manchester United, Wenger ha idee più chiare in fase di manovra offensiva rispetto a Moyes, e non per niente è la corazzata numero uno della Premier League, soprattutto l’organizzazione della difesa dell’Arsenal è migliore di quella del Manchester United, che nell’ultimo turno ha subito due gol in casa dalla squadra ultima in classifica, il secondo nei minuti finali. La scarsa concentrazione con cui all’ultimo minuto la difesa ha rinviato male una palla alta e poi la scarsa prontezza di riflessi con cui De Gea ha respinto il tiro del calciatore del Fulham sono due segnali dell’attuale inadeguatezza di tutta la fase difensiva del Manchester United.

L’Arsenal nelle ultime 11 partite giocate in casa in tutte le competizioni ha mantenuto la porta inviolata in ben dieci occasioni e in totale ha subito un solo gol. Allo stesso tempo il Manchester United ha ritrovato Van Persie, che ha segnato nelle ultime tre partite in cui ha giocato e in tutti i cinque precedenti contro l’Arsenal. Un gol il Manchester United potrebbe anche farlo, nelle ultime 24 trasferte di Premier League il Manchester United solo una volta non ha segnato almeno un gol. Allo stesso tempo però nelle ultime 15 partite in trasferta solo in due occasioni ha mantenuto la porta inviolata.

Dieci giorni fa, dopo aver travolto il Tottenham, la strada verso il titolo in Premier League sembrava spianata. Poi il Manchester City ha ceduto al Chelsea e si è fermato con il Norwich: un ko e un pareggio che dal primo posto lo ha portato al terzo, a due punti dalla vetta. Le distanze con il duo di testa – i Blues e l’Arsenal – rimangono ridotte, ma Pellegrini deve tornare a vincere nel turno infrasettimanale. Compito sulla carta semplice con il Sunderland.

CLICCA QUI PER I RISULTATI E CLASSIFICA DELLA PREMIER LEAGUE

Booking.com