Calcio Italiano Serie B Ripescaggi Serie B e Lega Pro Unica: Otto squadre agguerrite

Ripescaggi Serie B e Lega Pro Unica: Otto squadre agguerrite

Ripescaggi Serie B e Lega Pro UnicaRipescaggi Serie B e Lega Pro Unica: Otto squadre agguerrite. Domani, lunedì 18 agosto 2014 si riunirà il Consiglio Federale per decidere la spinosa questione dei ripescaggio in Serie B e Lega Pro Unica. Otto sono le squadre che hanno fatto richiesta, sei per la B e 2 per la Lega Pro.

Ripescaggi Serie B e Lega Pro Unica: Otto squadre agguerrite. Quello del “ripescaggio” in serie B, e quindi poi il relativo ripescaggio in Lega Pro Unica, sta diventando un vero intrigo che coinvolge tante squadre, molte città e relativi presidenti oltre a una serie di rappresentanti istituzionali e ministri dello Stato. Dopo la decisione del Coni, che ha ordinato alla Federcalcio di stabilire i sacrosanti criteri per disputare una Serie B con il format a 22 squadre, in tanti si stanno muovendo e sperano di ritrovarsi a sorpresa nella serie cadetta. Sono ben 6 le squadre di Lega Pro Unica che hanno presentato domanda di reintegro: a Novara e Juve Stabia, che hanno fatto battaglia e ricorsi da tempo, si sono aggiunte prima Reggina e Lecce, e negli ultimi giorni anche Catanzaro e Matera che hanno presentato domanda di riammissione.

Ripescaggi Serie B e Lega Pro Unica: Otto squadre agguerrite. Chiare le intenzioni del presidente  Andrea Abodi, della Lega di serie B, che ha lasciato intendere come il Novara sia in vantaggio su tutti perché nel Consiglio Federale di lunedì prossimo, 16 agosto,  “rispetteremo le decisioni e le indicazioni del collegio di garanzia“, che ha accolto il ricorso dei piemontesi. Ma intanto la situazione è un vero e proprio rompicapo, perché il Consiglio Federale dovrà motivare la scelta in base a un criterio preciso e non potrà scegliere una squadra senza fornire le dovute indicazioni empiriche.

Ripescaggi Serie B e Lega Pro Unica: Otto squadre agguerrite. Il reintegro di una squadra in serie B, inoltre, comporta il relativo “ripescaggio” di una squadra di serie D in Lega Pro. Le più agguerrite sono Taranto e Akragas. In modo particolare per i siciliani di Agrigento, che già speravano nel ripescaggio nelle scorse settimane, è intervenuto addirittura il ministro dell’Interno Angelino Alfano, che è proprio agrigentino: Alfano, infatti, ha annunciato l’accordo con l’Enel che realizzerà l’impianto di illuminazione per lo Stadio “Esseneto”, una delle cause del “no” alla Lega Pro Unica che ha favorito il ripescaggio di Martina Franca e Aversa Normanna. Ma adesso c’è un altro posto libero. Se ad essere reintegrato in Serie B sarà il Novara, logica vuole che venga ripescata in Lega Pro Unica  una squadra del nord per essere inserita nel Girone A. Ma se la scelta deve essere tra Taranto e Akragas, allora è essenziale che si liberi un posto nel Girone C, quello del Sud. Tutte le altre cinque squadre che hanno fatto domanda sono del Sud.  E se i criteri dovessero essere quelli di meriti sportivi, bacino d’utenza e spettatori negli ultimi anni, se la giocherebbero per un soffio Reggina, Lecce e Catanzaro con gli amaranto dello Stretto che a quel punto sarebbero favoriti su tutti.

Booking.com