Coppe Europa League La Roma prova a essere più forte degli infortuni contro l’Austria Vienna

La Roma prova a essere più forte degli infortuni contro l’Austria Vienna

Luciano SpallettiDopo il blackout, occorre riaccendere la luce. Due minuti di follia sono costati alla Roma due punti contro l’Austria Vienna e ora i Giallorossi sono determinati a riprendersi quanto perso dopo il 3-3 dell’Olimpico nella sfida dello scorso 20 ottobre. “Giochiamo per vincere la partita”, conferma Luciano Spalletti alla vigilia della quarta giornata di Europa League.

Un blitz a Vienna proietterebbe i Giallorossi al comando solitario del Gruppo E ma all’Ernst-Happel-Stadion i Giallorossi dovranno fare i conti con un’infermeria che recita il tutto esaurito. Alessandro Florenzi, Kostas Manolas, Francesco Totti, Emerson Palmieri, Mario Rui e Thomas Vermaelen saranno sicuramente assenti, da valutare le condizioni di Federico Fazio che – parole del tecnico – “ha riportato un trauma al polpaccio destro ed è da valutare”.

Mi sono portato lo stesso foglio degli infortunati, perché è abbastanza pieno”, spiega l’allenatore toscano nella conferenza stampa pre-gara, “C’è una ‘pagina’ di roba. Ma noi giochiamo per vincere la partita. Se Fink si accontenta noi non lo facciamo. Le nostre attenzioni sono queste”.

Il 3-3 di due settimane fa è ancora ben presente nella testa di Spalletti. “La partita precedente ci ha insegnato molte cose e degli errori commessi in quel modo occorre ricordarli e fare in modo che non ricapitino. Vedo una Roma molto cresciuta negli ultimi tempi: si tratta di una crescita di gruppo, non appartiene solo ai giocatori che ce l’hanno nel dna”.

Kevin Strootman sarà in campo dal primo minuto – “ha la qualità di non volerci stare quando le cose vanno non bene”, spiega il tecnico – mentre in attacco, dove scalpita Juan Manuel Iturbe, le riserve non vengono sciolte. In difesa invece le scelte sembrano obbligate, anche se Daniele De Rossi potrebbe trovare spazio come regista arretrato, un ruolo non inedito per lui.

Di una da maglia da titolare sembra certo Antonio Rüdiger, rientrato in squadra nel turno infrasettimanale contro il Sassuolo, nella stessa sfida in cui si fece male Florenzi. “Sono pronto per giocare e spero il meglio per la partita, ma la decisione spetta all’allenatore”, chiarisce il nazionale tedesco, “Non è stato un momento facile ma alla fine sono felice di essere di nuovo sano e di poter giocare ancora. Sono molto felice di giocare e sono molto felice di essere alla Roma”.

http://it.uefa.com/

Booking.com