Coppe Europa League Roma, i giallorossi commentanto il passaggio del turno in Europa League

Roma, i giallorossi commentanto il passaggio del turno in Europa League

La partita era ininfluente, visto che la qualificazione ai sedicesimi di Europa League e il primo posto nel Gruppo E erano già in cassaforte. Ma lo 0-0 sul campo dell’Astra Giurgiu ha permesso alla Roma di chiudere imbattuta il girone e di ruotare gli uomini a disposizione, in vista dei delicati impegni di campionato contro Milan e Juventus. Al termine della sfida dell’Arena Națională di Bucarest, Luciano Spalletti sottolinea di aver ricevuto risposte dalla squadra, mentre il rientrante Thomas Vermaelen indica in Manchester United e Villarreal le avversarie più temibili per il sorteggio.

Spalletti - RomaLuciano Spalletti – Ho avuto risposte dalla squadra, è stata una partita difficile su un campo difficile, non è sempre stato possibile trovare sbocchi e fare giocate in velocità, anche per le condizioni del campo. Però ci abbiamo provato, anche se spesso calciando male. Siamo andati bene in fase difensiva: abbiamo lasciato campo ma ci siamo sempre comportati bene nell’uno-contro-uno. La nostra rosa era fatta per avere più uomini a disposizione, ma siamo stati sempre costretti a fare diversamente causa infortuni. Gerson ha fatto una buona gara, comandando spesso il gioco, le risposte da parte sua ci sono state. Nel sorteggio ci sono altre insidie oltre Manchester United e Villarreal. Bisogna essere pronti, far vedere qualità, a un livello di calcio da Roma. Se giochiamo il nostro calcio e ci faremo trovare pronti si può vincere contro chiunque, se invece giocheremo sotto livello accusando cali di tensione si può perdere contro chiunque, come abbiamo rischiato anche in questo girone.

Moustapha Seck – Ho saputo oggi che avrei giocato, il mister mi aveva detto che c’era questa possibilità. Ho avuto tante emozioni soprattutto sono felice di poter giocare con la Roma e di aver fatto il mio esordio. Non aver preso gol per me è stata la cosa migliore perché il mio lavoro è prima fare il difensore e per noi conta tanto non subire gol; di solito mi piace attaccare anche se il mio ruolo è difendere. Ma mi adatto a tutte le posizioni in cui mi mette il mister.
L’Astra Giurgiu mi è sembrata grande squadra hanno lottato fino alla fine, potevano vincere.

Thomas Vermaelen – Sto bene fisicamente, sono felice di aver giocato 90 minuti senza problemi fisici. Sono soddisfatto di essere tornato, non era scontato giocare tutta la gara. Mi fa piacere il complimento di Spalletti, è lui che mette in campo la squadra. Io da parte mia cerco di dare il 100%, a Roma mi trovo bene, è il modo migliore per esprimere il mio potenziale. Siamo passati a tre alla fine, dal mio punto di vista è positivo cercare di cambiare per sorprendere l’avversario.
Manchester United e Villarreal sono le avversarie peggiori per il sorteggio, adesso ci aspettano grandi squadre, nella fase ad eliminazione diretta tutto può succedere e non dobbiamo sbagliare. Non è un mistero che la Roma sia una grande squadra e debba cercare di vincere questa competizione.

Francesco Totti – Faceva tanto freddo e non ci siamo abituati: a riscaldarci hanno pensato il calore sia dei nostri tifosi sia quello dei loro. E’ stata una bella partita ed entrambe le squadre sono passate ai sedicesimi: l’Astra è una bella squadra, difficile da affrontare. Siamo venuti a fare la nostra partita, abbiamo incontrato un’avversaria ostica. Non era semplice giocare qui, il campo è stata l’ostacolo più difficile da incontrare. Ora festeggiamo la qualificazione anche se noi già eravamo qualificati; poi torniamo a casa e pensiamo a lunedì, alla sfida contro il Milan, che è molto più importante.

http://it.uefa.com/

Booking.com