Calcio Italiano Roma: segnali di pace tra Panucci e Spalletti

Roma: segnali di pace tra Panucci e Spalletti

597

Sino a giugno i due dovranno stabilire come convivere. Intanto Riise annuncia: “Penso di tornare in campo tra un paio di settimane; il dolore è scomparso e quindi sono sempre più ottimista”

 

panucciStrana la vita. Proprio quando a Trigoria comincia a cadere persino qualche incongruo fiocco di neve, inizia a soffiare anche una leggera (niente più di questo) aria di disgelo tra Luciano Spalletti e Christian Panucci. Insomma, potremmo probabilmente chiamarle prove di dialogo cortese, che lascia il gelo — al momento — solo all’implacabile meteo capitolino.

OPERAZIONE RECUPERO – Una cosa è certa: alla Roma in molti si aspettano entro breve tempo un riallaccio dei rapporti a pieno regime fra l’allenatore e il difensore più blasonato della squadra. Il senso è chiaro: i due non devono necessariamente amarsi alla follia, ma trovare un modus vivendi che consenta l’impiego di Panucci tutte le volte che le necessità tecniche lo impongano. Logico che per farlo Christian dovrà fare un ulteriore passo avanti rispetto al comunicato di scuse in cui ignorava l’allenatore, ma probabilmente proprio le prove di dialogo e di sorriso dell’allenamento nel gelo abbiano posto le basi per farlo. Certo, la situazione più opportuna sarà quando la squadra sarà al completo, senza contare che — se la società glielo permetterà — non è neppure escluso che Panucci faccia una conferenza stampa per chiarire meglio i suoi pensieri e i suoi atteggiamenti.
SQUADRA & SOCIETA’ – D’altronde, proprio quando la Roma sta per cominciare il periodo più delicato della propria stagione, i sussurri di Trigoria, in fondo, mettono in evidenza due cose: 1) i compagni di squadra non sono contro Panucci, sia per amicizia, sia perché ognuno ha i propri scheletri dentro l’armadio; 2) una certa forma di riconoscenza al giocatore è dovuta, visto che senza le sue prove (e le sue reti) nei momenti bui, forse adesso avremmo addirittura una Roma senza Spalletti.
RIISE: “TORNO PRESTO” – Se tutto questo, poi, s’innesta col fatto che dalla Norvegia i progressi di John Arne Riise si fanno più sensibili, allora è possibile che il lieto fine non sia poi così distante. In ogni caso le buone notizie che riguardano il difensore, ex Liverpool, a Trigoria hanno fatto piacere. “Penso di tornare in campo tra un paio di settimane — ha detto lo stesso Riise ai giornalisti del suo Paese — il dolore è scomparso e quindi sono sempre più ottimista”. Il difensore resterà ancora qualche giorno in Norvegia a curarsi, ma da ieri ha avuto il via libera per tornare a correre. Che al rientro ritrovi a Roma i sorrisi dei bei tempi?

Fonte: Gazzetta dello Sport di Massimo Cecchini
Booking.com