Calcio Italiano Serie A Crotone, Fiorentina, Inter e Sampdoria: allenatori a rischio

Crotone, Fiorentina, Inter e Sampdoria: allenatori a rischio

331

Giampaolo - SampdoriaUn allenatore dipende dai risultati. Espressione logica e per nulla sorprendente. In Italia, tuttavia, cambiare allenatore è diventata un’abitudine. Domandare ad esempio a Zamparini, pronto a silurare Ballardini per affidare la panchina a De Zerbi. Subito dopo è toccato all’Udinese cambiare, chiamando Delneri al posto di Iachini. Primi due esoneri di una stagione che promette molti altri cambiamenti. In serie A sono infatti quattro le panchine appese a un filo, nonostante Corvino si sia subito premurato di confermare la fiducia in Paulo Sousa. Il pari casalingo contro l’Atalanta e una posizione di classifica non soddisfacente, in attesa di recuperare la sfida col Genoa, potrebbero invece far cambiare idea ai Della Valle in caso di ennesimi passi falsi.

Più delicate le situazioni relative a Giampaolo e Nicola. Il tecnico della Sampdoria, reduce dal pareggio di Pescara nonostante l’uomo in più, si giocherà tutto nel derby della prossima settimana. Una sconfitta nella stracittadina potrebbe convincere Ferrero a dare il ben servito all’allenatore reduce da una grande stagione alla guida dell’Empoli che gli era valsa l’interessamento del Milan. Non va meglio a Crotone, dove l’illusione della prima vittoria in serie A è svanita sotto i colpi di Sensi e Iemmello. I calabresi rimangono mestamente ultimi con un solo punto all’attivo e domenica al “Matusa” arriva un Napoli arrabbiato dopo i due ko di fila.

Discorso diverso, infine, per Fank de Boer. Difficile pensare che la società nerazzurra possa votare l’esonero dell’olandese, chiamato in fretta e furia a fine estate per prendere il posto di Roberto Mancini. Per certi versi sarebbe come contraddire una scelta fortemente voluta ma se la situazione non dovesse mutare, allora gli scenari potrebbero sovvertirsi in fretta. Intorno all’Inter, intanto, iniziando a circolare i nomi di Rudy Garcia, ancora legato alla Roma, e dell’ex Leonardo. La sensazione è che per il momento si andrà avanti con de Boer e l’attenzione, allora, finirà inevitabilmente con lo spostarsi su Icardi, destinato a consegnare la fascia da capitano nelle prossime ore a causa di un’autobiografia che potrebbe portare alla rottura nonostante un contratto rinnovato da poco.

Booking.com