Calcio Italiano Santacroce chiama la Juve

Santacroce chiama la Juve

302

L’agente del difensore: «Se il Napoli lo lascia andare lui verrebbe a Torino di corsa»
SantacroceLa Juventus rilancia per avere Fabia­no , 22 anni, centrale, tipo tosto e du­ro anche se nell’ultima stagione un po’ incostan­te. Ciro Ferrara, tecnico dei bianconeri, ha una forte stima per il difen­sore dell’Under 21 in for­za al Napoli e vorrebbe che Secco e Blanc lo pre­levassero per rinforzare l’organico difensivo in vi­sta di una stagione che si prospetta lunga e fatico­sa. L’operazione non è co­sì facile perché gli azzur­ri vogliono farsi pagare bene il difensore, ma l’i­potesi sarebbe di certo gradita a Santacroce che con Roberto Donadoni rischia di fare parecchia panchina. Lo stesso agente del calciatore, An­tonio Dell’Aglio, confer­ma e rafforza le speranze del suo assistito: «Non possiamo essere ipocriti, sentiamo queste voci e sicuramente l’interessa­mento della Juventus fa piacere. Giocare a Torino con la maglia bianconera sarebbe un’idea da pren­dere in seria considera­zione». L’ipotesi deve però trovare riscontri reali e se Secco lavora con Marino per il pas­saggio del difensore ex Brescia a Torino, Dell’A­glio non ha ancora «avu­to nessuna chiamata da parte di una delle due so­cietà. Qualora la Juven­tus volesse acquistare Santacroce deve parlare con il Napoli visto che il club azzurro è il proprie­tario del cartellino del mio assistito. Qualsiasi operazione deve passare prima da un accordo con le due società, al momen­to io non ho ricevuto nes­suna comunicazione». Ci tiene a precisarlo, lo puntualizza più volte.

CHIUSO – La verità e la preoccupazione di Santa­croce è che a Napoli po­trebbe essere chiuso dal­l’arrivo di Campagnaro mentre a Torino può tro­vare più spazio conside­rando che la formazione di Ferrara deve disputa­re tre competizioni: cam­pionato, Champions e coppa Italia. Visto che Roberto Donadoni ha vo­luto il centrale della Sampdoria adesso il pre­sidente Aurelio De Lau­retiis rischia di perdere un capitale di quasi cin­que milioni, tanti infatti sono gli euro investiti per l’ex bresciano e ver­sati due anni fa al presi­dente Corioni. Ecco per­ché Marino potrebbe ce­derlo in prestito ai bian­coneri che, per l’anno successivo, garantirebbe­ro almeno cinque milioni per il riscatto definitivo. Un’opportunità che po­trebbe fare comodo a tut­ti e due.

PIU’ FACILE – Certo che se la Juventus propones­se lo scambio con De Ce­glie l’affare andrebbe in porto senza problemi. La Juve, però, ha tolto dal mercato il suo fluidifi­cante sinistro. Attenzio­ne, però: la situazione potrebbe cambiare se il Lione liberasse Grosso. Il terzino azzurro cam­pione del mondo piace a Ferrara ma ha 31 anni e il direttore sportivo Ales­sio Secco non è disposto a spendere un euro. L’o­biettivo è quello di pa­gargli per intero l’ingag­gio che in questo momen­to percepisce in Francia. Se la situazione dovesse sbloccarsi il mercato dei bianconeri si riaprireb­be.

Fonte: Tutto Sport di  Camillo Forte
Booking.com