Calcio Italiano Serie A Sarri: «Juve? Non mi sono mai arreso in vita mia»

Sarri: «Juve? Non mi sono mai arreso in vita mia»

380

Domani ci aspetta una partita difficilissima. Lo sarà per noi, ma lo sarà anche per loro“. Maurizio Sarri deroga dalla diplomazia e parla chiaramente delle insidie, ma anche del fascino, di questo NapoliRoma.

Sarri tecnico del NapoliE’ una sfida che può eleggere l’anti Juve?
No, al momento è prematuro qualsiasi discorso. Mancano 30 partite alla fine del campionato e tutto è prematuro. Di certo è un match importante, sentito e molto complicato. La Roma ha una rosa di grandissimo valore ed un bravissimo allenatore. Noi dovremo essere bravi a riscattare la gara di Bergamo ed eliminare alcune scorie che possono essere rimaste

Spalletti ha detto che il Napoli pratica il miglior gioco della Serie A TIM:
Io dico che Spalletti è un tecnico di livello altissimo, ha preso la Roma in difficoltà e l’ha ricostruita sul suo gioco e la sua mentalità. Ha dato tanto di suo a questa squadra che per me ha le migliori ripartenze in assoluto del campionato. Sul nostro gioco dico che dobbiamo migliorare anche quando la gara non si mette sui binari a noi congeniali. Bisogna imparare a cambiare qualcosa in corso d’opera se c’è la necessità. In questo bisogna crescere come mentalità ed anche carattere“.

Sulla sfida JuveNapoli, Sarri precisa: “Si è ricamato sulle mie dichiarazioni dopo Bergamo. Io ciò che penso della Juve l’ho detto non una volta ma almeno 5 volte quest’anno: hanno la rosa più forte di tutti, non solo del Napoli. Non capisco perchè questo pensiero, condiviso tra l’altro da tutta l’opinione pubblica, debba essere strumentalizzata come una resa. Io non mi sono mai arreso in vita mia. Uno che dall’eccellenza arriva ad allenare in Champions significa che non si arrende mai“.

Io sono il primo ad avere grandissima fiducia nella forza della mia squadra. Il Napoli ha grandi potenzialità e sono dispiaciuto della sconfitta di Bergamo proprio per il credito altissimo che io do ai miei ragazzi. Questa squadra può crescere nel breve termine e senza dubbio, anche grazie alla politica societaria, può avere uno straordinario futuro“.

Poi un invito ai tifosi: “Domani c’è bisogno che tutti i nostri sostenitori siano al San Paolo al nostro fianco. L’ho chiesto anche al Presidente che è il nostro primo tifoso e lui ci sarà. Ci aspetta una partita delicata e complicata, ma confido tantissimo nella spinta del pubblico e nella forza della mia squadra“.

www.sscnapoli.it

Booking.com