Coppe Europa League Il Sassuolo si congeda dall’Europa League con una sconfitta

Il Sassuolo si congeda dall’Europa League con una sconfitta

Sassuolo-VeronaDopo l’1-1 a Vienna tra Rapid Wien e Athletic Bilbao, al Genk bastava un pareggio per essere certo del primo posto nel Gruppo F. I belgi raggiungono l’obiettivo con due gol nella ripresa di Brian Heynen e Leandro Trossard.

Il Genk è una signora squadra, organizzata e con buone individualità (Leon Bailey, Mbwana Samatta e Sebastien Dewaest su tutti), e in una situazione in cui il Sassuolo non ha interesse ad alzare i ritmi non fatica a tenere in mano il pallino del gioco.

Se per il Genk le buone notizie arrivano dal risultato, il Sassuolo sorride per il minutaggio concesso a Simone Missiroli, importante in ottica pieno recupero, e dal coraggio di Francesco Acerbi, unico tra i 22 in campo a giocare in maniche corte.

Il Genk comunque ha qualcosa in più di un Sassuolo come sempre giovanissimo e lo conferma al 57′, quando Samatta sfonda sulla destra e mette dentro un bel pallone sul quale Brian Heynen infila di piatto alle spalle di Gianluca Pegolo.

I padroni di casa abbozzano una timida reazione e colpiscono la traversa con una botta di Luca Mazzitelli dal limite, ma a passare sono di nuovo gli ospiti, sempre pericolosi quando giocano con il pallone a terra: su un’azione fotocopia di quella del primo gol questa volta è Leandro Trossard a infilare da pochi passi lo 0-2.

Il risultato è giusto: il Genk ha dimostrato di meritare il primo posto nel girone. Il Sassuolo non riesce a salutare l’Europa come avrebbe voluto e come chiesto da Di Francesco alla vigilia.

http://it.uefa.com/

Booking.com