Calcio Italiano “Scegliere il mio erede? E’ presto”

“Scegliere il mio erede? E’ presto”

395

Ancelotti: “La società avrà tempo”

 

AncelottiTanti rigori per noi? E’ una cosa logica, visto che siamo una squadra votata all’attacco. Allo stesso modo chi ha una buona difesa può non subire penalty da 45 partite“. Carlo Ancelotti, alla vigilia della trasferta a Catania, replica a Moratti circa il numero dei tiri dal dischetto dati ai rossoneri. Poi sul suo futuro: “La scelta del mio erede non mi riguarda, ma la società ha sempre deciso bene e avrà tempo per pensarci“.

Prima raggiungiamo i nostri obiettivi, poi, come ha detto Berlusconi, discuteremo insieme” prosegue Ancelotti. “Quella di giovedì sera non è stata l’ultima cena. Ce ne saranno molte altre. Credo a quello che mi viene detto dalla società, ossia che il Milan non ha cercato nessun allenatore“.

Ancelotti si avvale della facoltà di non rispondere sulla polemica fra Mourinho e Ambrosini, ma assicura che le polemiche non distraggono la sua squadra. “Non ci interessano i risultati di Inter e Juve, ma quelli di Genoa e Fiorentina. La qualificazione in Champions sarà un obiettivo piccolo, ma è troppo importante per noi e vogliamo raggiungerlo il prima possibile“. La prossima tappa è Catania, e Ancelotti riserva importanti complimenti all’allenatore dei siciliani. “Zenga è uno dei pochi tecnici ad essersi fatto davvero le ossa e non ha avuto regalata una panchina in Serie A“.

Cosa ci si deve aspettare dalla prossima campagna acquisti del Milan? “Sarà un mercato condizionato dal recupero degli infortunati, sia in attacco che in difesa. Nesta, Borriello, Kaladze e Abbiati sono in fase di recupero. In estate faranno un lavoro specifico con i nostri terapisti. I primi di luglio, poi, faremo le valutazioni prima di cercare altri giocatori“. Si vocifera di un interesse del Napoli per Borriello: “E’ incedibile, mentre Paloschi non so se tornerà“.


Fonte: Sport Mediaset

Booking.com