Coppe Europa League Secondo turno di Europa League: le probabili formazioni delle italiane

Secondo turno di Europa League: le probabili formazioni delle italiane

404

Europa LeagueTornano in campo questa sera le compagini italiane impegnate in Europa League. Si gioca infatti il secondo turno della competizione europa. Match alle ore 19 per la Fiorentina, reduce dal pari ottenuto in Grecia, e per l’Inter, addirittura sconfitta a sorpresa all’esordio. Alle 21:05 è invece la volta di Roma e Sassuolo. L’undici di Spalletti ha un punto in classifica dopo il pari in Repubblica Ceca, quello di Di Francesco guida invece il proprio girone grazie al successo con l’Athletic Bilbao.

  • FIORENTINA-QARABAG (ore 19) – Viola per sfatare il tabù europeo. In questo 2016, infatti, la formazione di Paulo Sousa non ha ancora ottenuto successi in coppa. Maledizione da provare a infrangere questa sera sotto lo sguardo di Gabriel Omar Batistuta, arrivato in Italia per ricevere la cittadinanza onoraria dal sindaco di Firenze. Fuori gli acciaccati Astori e Gonzalo Rodriguez, il tecnico portoghese deve solo sciogliere il dubbio in attacco dove appare favorito Babacar per sfidare la retroguardia azera.

FIORENTINA (3-4-2-1): Tatarusanu; Tomovic, De Maio, Salcedo; Tello, Vecino, Sanchez, Maxi Olivera; Bernardeschi, Borja Valero; Babacar.

QRABAG (4-2-3-1): Sehic; Medvedev, Sadygov, Yunuszada, Agolli; Michel, Garayev; Quintana, Richard Almeyda, Muarem; Reynaldo.

  • SPARTA PRAGA-INTER (ore 19) – Frank de Boer è stato chiaro, occorre vincere dopo il ko dell’esordio. L’allenatore olandese pensa però anche alla prossima sfida di campionato con la Roma e attua un turn over. Non convocati Santon, Biabiany e Brozovic, quest’ultimo in odore di rientro per il match di domenica sera. Ansaldi siederà inizialmente in panchina ma dovrebbe trovare spazio a gara in corso. Fiducia nei giovani Miangue e Gnoukouri, Icardi fuori per lasciare spazio e posto a Palacio.

SPARTA PRAGA (4-4-2): Koubek; Karavaev, Mazuch, Costa, M. Kadlec; V. Kadelec, Dockal, Maracek, M. Frydek; Lafata, Julis.

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Ranocchia, Murillo, Miangue; Gnoukouri, Melo; Candreva, Banega, Eder; Palacio.

  • ROMA-ASTRA GIURGIU (ore 21:05) – Dimenticare Torino e ritrovare fiducia nei propri mezzi. Questi gli imperativi per una Roma chiamata a non steccare contro i modesti rumeni dell’Astra Giurgiu, terzultimi in campionato. L’unica stella nella compagine ospite è l’ex Inter Alibec, già ceduto alla Steaua Bucarest. Spalletti pronto a rilanciare Alisson e Paredes e a concedere una chance a Juan Jesus e Iturbe, deludenti nelle precedenti apparizioni. Fuori per squalifica Emerson Palmieri e De Rossi, ancora ai box Mario Rui, Rudiger e Vermaelen.

ROMA (4-2-3-1): Alisson; Bruno Peres, Manolas, Fazio, Juan Jesus; Strootman, Paredes; El Shaarawy, Totti, Iturbe; Dzeko.

ASTRA GIURGIU (4-2-3-1): Lung; Sapunaru, Geraldo, Fabricio, Morais; Lovin, Seto; Boudjeman, Budescu, Teixeira; Alibec.

  • GENK-SASSUOLO (ore 21:05) – Formazione obbligata per Eusebio Di Francesco, alle prese con i tanti infortuni. Si è infatti fermato anche Antei e il conto degli indisponibili è salito a otto, senza dimenticare Terranova e Iemmello non inclusi nella lista Uefa. Il tecnico neroverde ha convocato diciotto calciatori per la trasferta in Belgio, di cui tre portieri e tre giovani della Primavera. Nel Genk attenzione al giamaicano Bailey, autore di sei reti nelle prime dodici partite della stagione.

GENK (4-2-3-1): Bizot; Walsh, De Waest, Colley, Uronen; Heyenen, Ndidi; Bailey, Pozuelo, Buffel; Samatta.

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Lirola, Letschert, Acerbi, Peluso; Biondini, Magnanelli, Pellegrini; Politano, Defrel, Ricci.

Booking.com