Coppe Semifinale Coppa Italia, verso Roma-Napoli: Bugie e verità di Garcia e Benitez

Semifinale Coppa Italia, verso Roma-Napoli: Bugie e verità di Garcia e Benitez

593

Dopo la vittoria sulla Juventus, la Roma vuole arrivare fino in fondo in Coppa Italia. I giallorossi sono attesi dalla sfida casalinga contro il Napoli per una semifinale d’andata che promette spettacolo. La squadra di Rudi Garcia arriva al derby del sud più riposata dopo il rinvio per impraticabilità di campo del match contro il Parma. Il tecnico francese però predica attenzione soprattutto perché il Napoli, reduce dalla sconfitta di Bergamo, è a caccia del riscatto. A tal proposito l’ex Lille ha risposto a distanza a Benitez:  “Noi avvantaggiati dal non aver giocato? Può essere. Loro hanno giocato e perso: sul piano psicologico anche questo può contare. Noi dal punto di vista fisico staremo bene,ma si deve dire che alcuni non avranno il ritmo partita perché non giocano da 10 giorni”.

Rudi Garcia non teme il Napoli nella match di semifinale di Coppa Italia, ma è consapevole della forza degli azzurri che sicuramente si riprenderanno in fretta dal momento difficile: “Non temo nessuno anche se cercheranno una reazione dopo un periodo difficile. Le semifinali però si giocano sul doppio confronto e la nostra ambizione è quella di mettere la qualificazione a nostro favore. Non si gioca tutto domani. Meglio però avvantaggiarsi subito. I problemi del Napoli? Non penso perché serve equilibrio ma anche segnare. Per vincere servono i gol. Il Napoli è una squadra forte, non solo in attacco. Non dimentichiamoci il loro cammino in Champions. Domani però sarà una partita diversa rispetto al campionato. Dovremo far pesare il fattore campo, cercando di non incassare reti”.

Garcia non svela le scelte di formazione per la sfida contro i partenopei nella semifinale di Coppa Italia, anche se il mister come contro la Juventus non farà ricorso ad un grande turnover. Non ci sarà Toloi non al top, mentre sarà del match Nainggolan elogiato dal tecnico:  “Domani il Napoli giocherà con i suoi migliori: loro, come noi, vorranno andare in finale. Noi giocheremo per la Coppa al 100%. Turn over? Non mi piace fare calcoli: tutti i ragazzi sanno che le 4 gare che che avremo nei prossimi giorni sono tutte importanti. Toloi non sarà convocato per una influenza che aveva dal Brasile. Gli altri, esclusi Balzaretti e Dodò, saranno pronti a giocare. Nainggolan? Nessuno è perfetto, ma lui è davvero forte. Sa aiutare la squadra sotto tutti i punti di vista: difensivo e offensivo. Totti? Quando è al 100% meglio averlo in campo. La scelta intelligente è quella di non rischiarlo: va gestito sul piano fisico”.

Non è un momento facile per il Napoli. La formazione azzurra dopo la batosta di Bergamo dovrà ritrovare la rotta approfittando della doppia sfida contro Roma e Milan. In attesa del match casalingo contro i rossoneri nel prossimo turno di campionato, attenzione massima per il confronto con la squadra di Rudi Garcia seconda della classe in Serie A e protagonista di una stagione strepitosa. Nella classica conferenza stampa della vigilia della gara di semifinale di Coppa Italia Rafa Benitez ha fatto il punto sul match, iniziando proprio da uno degli argomenti più caldi del momento, ovvero le scelte da inserire  nella lista dei giocatori per l’Europa League, escludendo uno degli ultimi arrivati, ossia Jorginho. Queste le motivazioni dello spagnolo: “La regola dice che si possono cambiare tre giocatori. Abbiamo problemi con Mesto, Armero è andato via, così Reveillere e Gholuam devono essere in lista. Cannavaro non c’è più, torna Behrami dopo l’infortunio e avevo bisogno di un difensore centrale. Sarebbe stato un rischio portare solo due difensori centrali”.

rafa-benitezBenitez pensa al presente sperando di replicare contro la Roma, la prestazione messa in campo contro la Lazio nel turno precedente. Per i bilanci è ancora presto: “Il mio Napoli sta bene, contro la Lazio ho visto un buon atteggiamento, compreso il gioco. Mi aspetto di vedere una squadra che abbia la stessa fame che aveva contro la Lazio. Il bilancio si fa alla fine. Le squadre che ho allenato nel finale di campionato fanno sempre bene. Abbiamo fatto un mercato di qualità, lo vedremo a fine stagione”.

Il mister ex Liverpool è consapevole delle difficoltà della sfida contro la Roma valevole per la semifinale di Coppa Italia che sta disputando un campionato sontuoso. C’è grande attesa per le sue scelte di formazione, dopo le polemiche per l’esclusione di Hamsik e Higuain contro l’Atalanta. Polemiche tutt’altro che gradite dal mister: “Prima eravamo al top e mantenere questo ritmo sapevo non sarebbe stato facile. Anche la Roma ha avuto un momento di crisi, perchè mancavano Totti e Gervinho. Anche noi abbiamo avuto cinque calciatori importanti infortunati. La Roma ha un ottimo allenatore e una rosa di qualità, va bene perché brava a gestire una stagione con una partita a settimana. Palleggia bene e ha giocatori d’esperienza e qualità. Se vinciamo il turnover va bene, se perdiamo è colpa mia. Una volta col Valencia cambiai Vicente e Aimar. Perdemmo e mi hanno ‘ammazzato’, poi vincemmo il campionato. Adesso sarà difficile, se non impossibile. Io devo fare le mie scelte e se va bene sono un mago della gestione della rosa. Se non va bene”

Booking.com