Mondiali Brasile 2014 Semifinali Mondiali in Brasile: Sud America-Europa

Semifinali Mondiali in Brasile: Sud America-Europa

1144

Semifinali Mondiali in Brasile: Sud America-EuropaSemifinali Mondiali in Brasile: Sud America-Europa. Il 12 giugno sono partite in 32 e ora sono rimaste solamente in 4 a giocarsi i Mondiali di Calcio in Brasile. Due squadre europee e due sud americane. Sorprese non ne sono mancate con la caduta di club di prestigio, Nazionale Italiana compresa.

Semifinali Mondiali in Brasile: Sud America-Europa. Saranno due semifinali che potranno ancora riservarci sorprese come fin quì il Campionato del Mondo brasiliano ci ha dimostrato: nelle due sfide vedranno coinvolte i padroni di casa brasiliani orfani della stella Neymar, infortunatosi contro la Colombia e lo squalificato Thiago Silva, che ha rimediato un doppio cartellino giallo e la Germania di Thomas Muller, l’Olanda del mago Van Gaal e l’Argentina del fenomeno Lionel Messi.

Brasile-GermaniaSemifinali Mondiali in Brasile: Sud America-Europa. BRASILE-GERMANIA. La “Seleçao” ha conquistato la semifinale ed era l’obiettivo minimo della squadra del C.T. Felipe Scolari e forse non sarebbe sufficiente per evitare ulteriori tensioni e polemiche in caso di eliminazione contro la Germania. I brasiliani grandi favoriti della vigilia però sono sconvolti dalla perdita della loro stella e leader Neymar che a pochi minuti dalla fine del quarto di finale contro la Colombia,  in un contrasto di gioco, è stato “tamponato” da Camilo Zuniga e ha riportato la frattura di una vertebra che lo obbligherà a stare fermo per circa 40 giorni rinunciando al sogno di continuare la battaglia per alzare la Coppa del Mondo. Il Brasile dovrà  fare a meno anche del capitano Thiago Silva che ha collezionato  il secondo  giallo e  salterà il match contro i tedeschi con la speranza di poter tornare in campo al Maracanà proprio nella finalissima del 13 luglio. Per quanto riguarda la Germania, gli uomini di Joachim Low sono arrivati in semifinale dopo aver piegato la Francia grazie al colpo di testa di Mats Hummels mostrandosi una vera corazzata come sempre nella loro storia.  In evidenza il grande trascinatore Thomas Muller che dopo il mondiale sudafricano in cui era stato la giovane rivelazione ora, a distanza di quattro anni è un vero leader ed  ha preso in mano la squadra per la gioia di Low.

Semifinali Mondiali in Brasile. Il big match sarà comunque un grande spettacolo: il Brasile, padrone di casa,  avrà dalla sua la spinta del pubblico che dovrà cercare di sopperire alla grande assenza di Thiago e Neymar anche se la Germania non è squadra facilmente influenzabile e quindi probabilmente partirà leggermente favorita per la vittoria. Martedì 8 giugno a Belo Horizonte sapremo chi avrà la meglio e tornerà in finale per la prima volta dopo 12 anni.

Semifinali Mondiali in Brasile: Sud America-Europa. OLANDA-ARGENTINA. Per gli uomini di Van Gaal è la seconda semifinale consecutiva, quattro anni fa arrivarono fino alla finale dove vennero sconfitti dalla Spagna, in un derby tutto europeo,  mentre l’Albiceleste del C.T. Alejandro Sabella torna in semifinale dopo 24 anni. L’Olanda è stato un rullo compressore nella fase a gironi grazie ale reti di Robin Van Persie e lo stesso Robben che punta forte verso la finale per prendersi la rivincita col destino quattro anni dopo la finale di Johannesburg, in cui fu protagonista in negativo,  per il clamoroso errore dal dischetto,  che fu poi fatale all’Olanda che si vide scippare dalle mani la coppa dalla Spagna. Per quanto riguarda l’Argentina è tutto nelle mani dell’asso Messi che sta disputando un grande mondiale dopo aver subito per anni le critiche che lo volevano fenomenale solo con il Barcellona e fantasma con la maglia della nazionale. Il quattro volte pallone d’oro non potrà avere al suo fianco  Angel Di Maria che ha dato anche lui l’addio al mondiale per l’infortunio muscolare che lo ha colpito contro il Belgio.

Semifinali Mondiali in Brasile. Anche per questo match è difficile fare un pronostico ed il risultato l’avremo solamente mercoledì sera 9 giugno dallo stadio di  San Paolo,  anche se le sensazioni sembrano portare tutte verso l’Argentina e soprattutto verso Leo Messi che in stato grazia tenterà di alzare la coppa più ambita così da entrare definitivamente nell’olimpo del calcio e zittire tutti quelli che non prendono nemmeno in considerazione il confronto tra lui e Diego Armando Maradona.

Booking.com