Calcio Mercato Serie A, ecco le quattro panchine traballanti: Allegri per il momento è...

Serie A, ecco le quattro panchine traballanti: Allegri per il momento è fuori pericolo

Siamo giunti alla 7^ giornata di campionato della Serie A e questa è la settimana di riposo per far spazio alla Nazionale Italiana per i due impegni con la Danimarca e l’Armenia per le qualificazioni ai mondiali in Brasile. E’ il momento di bilanci e valutazioni tecniche di mercato. Alcuni club non stanno rispettando gli obiettivi della vigilia e starebbero valutando le ipotesi di alcuni cambi della guida tecnica. Si parte dal Bologna, unico caso in cui il direttore Zanzi ha manifestato apertamente il malcontento per l’attuale situazione di classifica al pari di quanto fatto dal tecnico Stefano Pioli che ha invocato per i suoi un’inversione di tendenza. Il rinnovo siglato in estate tra le parti è un’assicurazione importante sulla fiducia che la piazza e la dirigenza hanno intenzione di concedere al tecnico emiliano. Si riparte dalla chiarezza in attesa della continuità di risultati.
Situazione più complicata in casa Sassuolo. Il moto d’orgoglio della truppa di Eusebio Di Francesco a seguito della batosta subita contro l’Inter non ha avuto continuità, anzi. A detta del tecnico la sconfitta maturata in superiorità numerica contro il Parma è un episodio ancor più grave dello 0-7 di Reggio Emilia. L’impressione di un dentro o fuori nel giro di due o tre domeniche è piuttosto netta. Presto per parlare di sostituti, ma teniamo gli occhi aperti. Anche a Genova sponda Sampdoria la situazione non è delle più rosee, ma l’esperienza e la qualità di Delio Rossi fanno di lui una risorsa e non certo un problema, come peraltro manifestato in maniera piuttosto chiara già una stagione fa quando fu chiamato in corsa per rimediare alla dissennata gestione tattica orchestrata da Ciro Ferrara. Così come sembrano assolutamente fuori luogo le voci di un possibile avvicendamento che vanno a coinvolgere la piazza di Catania: le difficoltà degli etnei sono figlie di un’estate travagliata e non certo del sempre puntuale e preciso lavoro di un tecnico preparato come Rolando Maran. Il tecnico trentino merita fiducia, le sirene che lo avrebbero attirato verso altri lidi in estate non hanno suonato per caso. Per il momento Massimiliano Allegri sembra fuori pericolo perchè il Milan è preso da altri problemi più seri, ma dopo ogni partita viene messo sulla graticola e riece sempre a tirarsi fuori.

CLICCA QUI PER I RISULTATI, CLASSIFICA E CALENDARIO DELLA SERIE A

Booking.com