Calcio Italiano Serie A, l’Inter vola al quarto posto: Sigilli di Palacio e Jonathan

Serie A, l’Inter vola al quarto posto: Sigilli di Palacio e Jonathan

441

Serie A, l'Inter vola al quarto postoSerie A, l’Inter vola al quarto posto: Sigilli di Palacio e Jonathan. L’anticipo della 28^ giornata di Serie A, i nerazzurri di Walter Mazzarri espugnano il Bentegodi e volano al 4° posto con 47 punti a + 2 dalla Fiorentina.

Serie A. Dopo il pareggio dell’ Olimpico, l’ Inter di Walter Mazzarri conquista una vittoria pesante al Bentegodi di Verona. Palacio e Jonathan decisivi ai fini del risultato finale. Una rete per tempo, sesto risultato utile consecutivo. Seconda gara senza subire gol: questi sono i segnali positivi per Mazzarri per puntare in alto. Ottimo Andrea Ranocchia alla seconda partita consecutiva, che il tecnico di San Vincenzo l’ha preferito a Samuel per il duello diretto con il roccioso Toni. Bene l’ Hellas Verona, nonostante il risultato finale. Buona gara della formazione di Andrea Mandorlini che sbatte contro il muro eretto dalla retroguardia nerazzurra e su il super Handanovic decisivo in due occasioni.

Serie A. Walter Mazzarri schiera dal primo minuto Danilo D’Ambrosio al posto di Nagatomo, confermato in blocco l’undici titolare come preannunciato alla vigilia. Palacio-Icardi la coppia d’attacco. Andrea Mandorlini, ex giocatore dell’ Inter negli anni 80′-90′, si affida al possente Toni e Iturbe per scardinare la difesa nerazzurra.

Non passano nemmeno quattro e l’Inter va vicina al gol: cross di Guarin e colpo di testa di Icardi che centra in pieno la traversa. Ci riprovano al 7′  sempre con Icardi scatenato che manda fuori di poco. Il Verona non si perde d’animo ma la capitolazione è nell’aria. Siamo al 15′ e l’Inter va in vantaggio: numero di Jonathan sulla destra, taglia una sciabolata nell’area piccola e tap-in di Palacio per lo 0-1. Il Verona non accusa il colpo e prova a rientrare in gara. Toni e Iturbe vengono marcati bene  da Ranocchia e Rolando. Marquinho ci prova dalla distanza ma il suo tiro è fuori di poco. Scaligeri pericolosi in ripartenza, ma Handanovic non deve mai intervenire. Toni protesta per una trattenuta, Banti non è dello stesso avviso. Il primo tempo si conclude con l’Inter in vantaggio grazie al gol di Rodrigo Palacio. Serie A. Nella ripresa il copione non cambia, il Verona si butta in avanti e prova a pareggiare affidandosi a Luca Toni, Ranocchia però fa buona guardia. Al 54′  è l’ Inter a rendersi pericolosa con il calcio di punizione di Hernanes che si stampa sulla traversa, sorprendendo un po tutti, compreso il portiere. Al 64′ arriva il raddoppio dell’Inter: è sempre Jonathan che parte dalla destra, conclusione smorzata che viene deviata da Rafael, sulla ribattuta il brasiliano vince un contrato e di sinistro batte in rete per lo 0-2. Mazzarri manda in campo il volitivo Kovacic che subito ci prova ma il suo tiro è debole e centrale. Al 90′ Handanovic si supera con due interventi da vero campione, prima su Iturbe poi su Romulo. Il risultato non cambia più, l’Inter espugna il Bentegodi e si riporta al quarto posto superando di due lunghezza la Fiorentina impegnata domenica con il Chievo Verona.

Booking.com