Calcio Italiano Serie A – Ranieri via: questione di giorni?

Serie A – Ranieri via: questione di giorni?

389

Il match contro il Milan decisivo per il destino del tecnico bianconero. Al suo posto, fino al termine della stagione, Ciro Ferrara. Per il futuro, in pole position c’è Luciano Spalletti

 

RanieriOrmai il destino di Claudio Ranieri sembra segnato. Il suo contratto con la Juventus scade a giugno 2010, ma che possa rimanere fino a tale data, sembra un’utopia, un’illusione a cui persino l’interessato non crede più.

Il pareggio contro il Lecce di domenica è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Al termine della stagione se ne andrà, non è escluso che possa accadere prima. Il big match con il Milan deciderà se il tecnico bianconero dovrà abbandonare la panchina anzitempo o potrà rimanere comodo, se mai è possibile, per un altro mese.

Nella peggiore delle ipotesi Ciro Ferrara sarebbe il più accreditato a svolgere il ruolo di traghettatore fino al termine del campionato, campionato che tutto l’ambiente si augura di terminare nel migliore dei modi, evitando un tracollo che possa mettere in serio pericolo persino il terzo posto.

La dirigenza, però, non appare preoccupata da questa possibilità, anzi, crede ancora in una rimonta, come ha dichiarato il presidente della Juventus Giovanni Cobolli Gigli: “Datemi dell”illuso, ma io credo ancora che possiamo arrivare secondi”. Non ha aggiunto altro il numero 1 di piazza Galileo Ferraris; il 13 maggio, comunque, ci sarà il consiglio d’amministrazione al termine del quale si saprà, probabilmente, qualcosa di più.

Per ora è possibile solamente ipotizzare qualche nome destinato a guidare la Juve del prossimo anno. Alllenatori che piacciono alla società ce ne sono, non mancano, uno di questi si chiama Luciano Spalletti. Il tecnico della Roma, il cui sodalizio con i giallorossi sembra ormai agli sgoccioli, piace anche al Milan, ma i rossoneri, per ora, vista anche la posizione di Ancelotti, non si sbilanciano. Spalletti, però, ha un costo non indifferente, il suo ingaggio, infatti, si attesta sui due milioni di euro netti a stagione. Se si aggiunge l’arrivo a Torino del suo staff composto da sei persone, le cifre aumentano di un altro milione annuo. L’allenatore giallorosso, però, per la società, sarebbe l’uomo giusto per portare i bianconeri a competere effettivamente con l’Inter e sembra addirittura che la trattativa sia già avviata.

Circola anche il nome di Prandelli, ma sembra difficile che possa lasciare Firenze dove sta facendo molto bene. Un’altra alternativa potrebbe essere Gasperini, il tecnico artefice del miracolo Genoa, cresciuto nelle giovanili della Juventus. Il presidente del Grifone, Enrico Preziosi, allontana voci pericolose. “Sono bufale e mozzarelle”, ha dichiarato scherzando, ma mica tanto… Il contratto del mister rossoblù scade nel 2012 e il numero 1 del club ligure difficilmente cederà il suo gioiello. Infine, spunta un altro nome, gradito soprattutto ai tifosi: Antonio Conte.

Chiunque sia il predestinato, la Vecchia Signora deciderà in fretta, per dimenticare un’annata che nessuno avrebbe mai immaginato si concludesse in questo modo.


Fonte: Eurosport

Booking.com