Calcio Italiano Serie A – Recupero Inter: 3-3 firmato Crespo

Serie A – Recupero Inter: 3-3 firmato Crespo

391

I nerazzurri rimontano prima da 0-2, poi da 1-3, salvando l’imbattibilità casalinga grazie alla doppietta di Balotelli e al gol di Crespo, che rispondono alle marcature giallorosse di De Rossi, Riise e Brighi

 

balotelli_rigoreUna grandissimo primo tempo della Roma, una fantastica rimonta dell’Inter. Il posticipo della 26a giornata di Serie A regala tante emozioni e una certezza: queste squadre possono raggiungere l’obiettivo dei quarti di finale di Champions, a patto che nelle rispettive gare di ritorno contro le inglesi mostrino la loro faccia migliore, ciò che hanno fatto in questa gara a San Siro al 50%.

In avvio Mourinho rinuncia all’acciaccato Ibrahimovic, mentre Spalletti deve fare lo stesso con Totti, alle prese con il solito ginocchio “pazzerello”. Forse l’assenza che pesa di più in avvio, però, è quella di Sulley Muntari, perché con Maxwell il centrocampo nerazzurro è imballato e manca del fantastico dinamismo del ghanese.

La Roma prende subito il controllo delle operazioni, con Brighi che calcia a lato da buona posizione dopo 7 minuti. Poco prima della mezz’ora l’uno-due giallorosso che indirizza il match: prima De Rossi stacca alla grande sul cross di Motta e insacca baciando il palo interno (23′), mentre poco dopo è Riise a realizzare il suo primo gol italiano da posizione pressoché impossibile, con un tocco mancino sotto misura che passa tra le gambe di Julio Cesar e scivola in rete rimbalzando sul tacco del portiere brasiliano (29′).

Mourinho non ci sta e fa due cambi all’intervallo, inserendo Vieira e Figo al posto di Burdisso e Maxwell, con Cambiasso difensore centrale. Queste mosse danno subito i loro frutti perché Balotelli entra veramente in partita partendo largo a sinistra, come dimostra accorciando le distanze al 50′ a seguito del buon lavoro di Adriano.

La Roma non riesce a mantenere i ritmi folli del primo tempo e i padroni di casa diventano anche padroni del campo, ma al 57′ la ripartenza giallorossa colpisce, con il solito Brighi che si traveste da Perrotta inserendosi alla grande e insaccando all’angolino di destro sul blocco di Baptista che mette fuori tempo Cambiasso.

L’Inter, però, non muore mai e rientra nuovamente in partita grazie a Mario Balotelli. Il giovane interista entra in area da sinistra al 62′ e sbatte contro De Rossi che per togliere il piede finisce per colpire l’avversario con il ginocchio per un rigore che può anche starci, a prescindere dalle polemiche che seguiranno e a prescindere dalla caduta eccessiva dell’attaccante. Lo stesso Balotelli, freddo, spiazza Doni dal dischetto e va a zittire i tifosi giallorossi, altro gesto discutibile dopo il battibecco europeo con Cristiano Ronaldo.

Trovato il 2-3, Mourinho si affida a Hernan Crespo, l’uomo giusto al momento giusto. L’argentino entra al 78′ e un minuto dopo è lì in area per staccare da fuoriclasse sul cross dalla trequarti di Figo e per depositare sotto l’incrocio il pallone del clamoroso 3-3: gol tanto atteso quanto bello!

Nel finale la Roma cerca una reazione d’orgoglio per andare a riprendere una partita che sembrava sua, ma la punizione di Riise sbatte contro Julio Cesar, mentre poi De Rossi e Menez sprecano due buone occasioni negli ultimissimi secondi, azioni che cementano l’amarezza della Roma e regalano un bel sospiro di sollievo all’Inter di Mourinho che sale a +7 dalla Juventus evitando un brutto capitombolo.


Fonte: Luca Stacul / Eurosport

Booking.com