Calcio Italiano Serie A – Roma furiosa “E’ una vergogna”

Serie A – Roma furiosa “E’ una vergogna”

371

Le dichiarazioni al veleno di Ranieri e della Sensi al termine del posticipo tra Milan e Roma vinto dai padroni di casa per 2-1: tecnico e presidente dei giallorossi accusano l’operato dell’arbitro Rosetti

 

RanieriRANIERI (allenatore Roma): “E’ Una sconfitta che brucia. E’ una vergogna tutto. Dovevamo chiuderla nel primo tempo. Mi auguro che ci sia veramente il rigore per il Milan perché ce n’erano uno o due per noi nel primo tempo. Neanche l’espulsione di Ambrosini mi sembra che ci fosse. Il rigore? “Mi sembra che Burdisso abbia preso la palla. Strano che l’arbitro, ndr sia stato tratto in inganno quando la palla ce l’aveva il Milan e non quando ce l’avevamo noi. I ragazzi mi hanno detto che già lo sapevano come andava a finire, ma io a queste cose non ci voglio stare. Dovevamo chiuderla. Ci sta una prestazione non positiva dell’arbitro, questa volta è andata male a noi”.

PRADE’ (direttore generale Roma): “E’ stata una gara condizionata fortemente dall’arbitraggio. La squadra è molto amareggiata, era importante, saremmo saliti a 14 punti. E’ difficilissimo che noi parliamo, cerchiamo sempre di dire che non bisogna parlare degli arbitri, ma non bisogna neanche passare per fessi”.

SENSI (presidente Roma): “Per quanto sia un eccellente arbitro internazionale, Rosetti con la Roma sbaglia troppo spesso. Ci vuole rispetto per la squadra e per i tifosi della Roma. A San Siro con Rosetti abbiamo già perso uno scudetto”.

LEONARDO (allenatore Milan): “Questo successo vale molto più di tre punti. La cosa più importante è lo spirito incredibile di questa squadra, che ha trovato la voglia di tirare fuori tutto quello che aveva in un momento molto delicato. “Dopo il gol subito poteva diventare tutto buio, invece abbiamo avuto voglia e umiltà: questo è un punto di partenza. “Vedendo le facce felici dei ragazzi in spogliatoio mi sono commosso”

PATO (Milan): “Ero sicuro che stasera sarei andato molto meglio di prima. Abbiamo fatto una settimana molto buona e oggi sono molto contento di aver segnato. Ronaldinho è stato bravissimo perché mi ha messo davanti alla porta, grazie a lui e alla squadra abbiamo fatto una grande partita”. “Rispetto a inizio stagione sono cambiate tante cose, Il mister ha detto che credeva in me e che potevo fare molto meglio. ho lavorato molto ed ora sono certo di essere tornato il vecchio Pato”.


Fonte: Eurosport

Booking.com