Calcio Italiano Serie A: Zarate si sblocca, la Lazio va

Serie A: Zarate si sblocca, la Lazio va

420

Doppietta all’Olimpico: Bologna ko 2-0

 

ZarateA secco da metà dicembre, Mauro Zarate è tornato al gol, regalando alla Lazio un’importante vittoria sul Bologna nel primo anticipo della 26.a giornata di Serie A. All’Olimpico la partita è stata decisa da una doppietta dell’argentino: punizione al 35′ del primo tempo, destro su Antonioli in uscita al 36′ della ripresa. Per il resto, partita con poche emozioni. Rossoblù deludenti e senza vittoria da un mese esatto.

Entrambe le squadre vogliono vincere, almeno a parole, ma con i fatti dimostrano il contrario per tutto il primo tempo. Ci prova un po’ di più la Lazio (che reclama un rigore per un “muro” su Foggia), anche se Antonioli compie giusto un paio di interventi degni di nota. Sul fronte opposto, isolato Di Vaio, solo Rodriguez ha sulla testa un pallone ghiotto, che però spreca malamente.

Insomma, per sbloccare il risultato ci vuole una prodezza personale, che arriva poco dopo la mezzora. Merito di Zarate: l’argentino pennella una punizione dal limite sulla quale il portiere rossoblù resta un po’ colpevolmente sorpreso. La partita decolla di colpo e prima dell’intervallo ancora Rodriguez da una parte e Kolarov dall’altra si vedono stoppati in extremis.

Così Mihajlovic decide di rivoluzionare la formazione, inserendo Mutarelli e Marazzina al posto dei deludenti Valiani e Rodriguez. Il Bologna si fa maggiormente intraprendente, sopprattutto grazie a Marazzina, ma non crea mai pericoli a Muslera. Si va avanti per tentativi approssimativi su entrambi i fronti finché Rocchi inventa un assist al bacio per Zarate, che firma la doppietta. E chiude il match.

Poi arriva il triplice fischio di Russo. Che per la Lazio significa tre punti importantissimi per la rincorsa alla zona Uefa e per i felsinei il riaffiorare di un vecchio incubo.

LA PARTITA MINUTO PER MINUTO

LE PAGELLE
Foggia 7 In serata di grazia, risulta immarcabile e sulla sinistra crea scompiglio per novanta minuti. Va vicino anche alla segnatura personale. Giocasse sempre così…
Zarate 7 L’importante era rompere un digiuno che durava dal 14 dicembre 2008 (3-3 a Udine) e lui lo fa con una doppietta degna del suo miglior repertorio. Forse è tornato il vero Maurito.
Rodriguez 5 Mihajlovic lo butta nella mischia per l’indisponibilità dell’ultima ora di Bombardini, ma si pente subito. Sempre fuori dal gioco, spreca anche un paio di occasioni da rete favorevoli.
Di Vaio 5,5 Fa tenerezza vederlo navigare da solo là davanti. Si vede che vorrebbe esplodere, ma senza l’aiuto dei compagni finisce con l’implodere. E nel finale spreca la palla che potrebbe riaprire l’incontro.


IL TABELLINO
Lazio-Bologna 2-0
Lazio (4-4-2): Muslera 5,5; De Silvestri 6, Siviglia 6, Cribari 6,5, Kolarov 6; Brocchi 6,5 (35′ st Manfredini sv), Ledesma 6, Matuzalem 6 (29′ st Dabo 6), Foggia 7; Zarate 7, Pandev 5,5 (23′ st Rocchi 6,5). In panchina: Carrizo, Rozenhal, Radu, Mauri. All. Rossi.
Bologna (4-5-1): Antonioli 5,5; Belleri 5,5, Terzi 6, Britos 5,5, Lanna 6; Valiani 5,5 (1′ st Marazzina 6,5), Mingazzini 6, Mudingayi 5,5 (35′ st Coelho sv), Volpi 6, Rodriguez 5 (1′ st Mutarelli 6); Di Vaio 5,5. In panchina: Colombo, Zenoni, Castellini, Amoroso. All. Mihajlovic.
Arbitro: Russo
Marcatori: 35′ e 36′ st Zarate (L)
Ammoniti: 19′ Mingazzini (B), 22′ Terzi (B), 3′ st Cribari (L), 20′ st Foggia (L), 46′ st Belleri (B)
Espulsi: –


Fonte: Sport Mediaset di Alberto Gasparri

Booking.com