Calcio Italiano Serie B: Livorno, Brescia e Empoli ai playoff, Avellino in C

Serie B: Livorno, Brescia e Empoli ai playoff, Avellino in C

370

A un turno dal termine del campionato cadetto lotta aperta per l’ultimo posto valido per i playoff tra Grosseto, Sassuolo e Triestina. Il Brescia di Cavasin vince 4-2 sui neroverdi emiliani, il Parma, già promosso, doma 4-0 il Vicenza

 

avellino_gazzolaLa 41.a giornata di B ha sancito alcuni verdetti. Il penultimo turno di campionato cadetto ha infatti determinato la definitiva condanna dell’Avellino in Lega Pro e l’approdo ai playoff di Livorno, Brescia, Empoli. All’Arechi un Bari con la pancia piena e da tempo in preda ai festeggiamenti cade 3-2 per mano della Salernitana. Inutile il fulmineo vantaggio barese, in gol al 4′ con il solito Barreto, perché dopo neanche venti minuti Ganci recupera il pari prima che Scarpa e Di Napoli – con Ranocchia ad accorciare le distanze per gli uomini di Conte – centrino un risultato che permette ai campani di respirare, grazie ai due punti che la separano dai playout. Il Parma festeggia invece nel migliore dei modi il ritorno in Serie A travolgendo il Vicenza con uno spumeggiante 4-0 che fa esplodere il Tardini. Ma le celebrazioni per la promozione vengono purtroppo sporcate da un incidente che al 67′ vede la gara lungamente interrotta (e ripresa solo alla notizia delle condizioni stabili dello sfortunato tifoso) per poter prestare soccorso a un supporter veneto caduto dalla balaustra che divide il settore ospiti. E’ Paloschi, con una doppietta, l’eroe di giornata dei ducali.

A Livorno inatteso colpo esterno dell’Albinoleffe, che al 77′ con Perico strappa al Picchi una vittoria ininfluente per il campionato dei lombardi, ma che invece mette a rischio il terzo posto degli amaranto, che vedono ora negli specchietti il Brescia a meno uno. E’ positivo infatti l’esordio di Cavasin sulla panchina delle rondinelle, che superano 4-2 il Sassuolo al termine di un match incerto fino all’ultimo e chiuso del tutto solo da Possanzini al 93′ dopo che i neroverdi avevano accorciato per due volte la distanza. Gli emiliani rimangono così al settimo posto, a due lunghezze dall’ultimo posto valido per i playoff: quella sesta posizione che rimane occupata dal Grosseto, reduce da uno scialbo 1-1 ad Ancona. A Empoli sono Musacci, Pozzi, Flachi e Saudati a rovinare i piani della Triestina, che dalla trasferta toscana esce scottata da un 4-0 che constringe a rimandare ogni ipotesi di agganciare la zona playoff.

Il Cittadella cade nel finale sul campo del Frosinone, che grazie alla rete di Guidi all’81’ guadagna la salvezza con una giornata di anticipo a differenza degli ospiti, che invece rimangono quart’ultimi e pienamente invischiati nella lotta per non retrocedere. Ottimo successo esterno del Mantova, che fa 2-1 a Piacenza mantenendosi a tre punti dal Modena quint’ultimo. La stessa distanza dell’Ascoli di Colomba, che manca la vittoria salvezza facendosi raggiungere sull’1-1 a casa di un Treviso già matematicamente in Lega Pro. A Rimini la sfida diretta per la salvezza con il Pisa si conclude con un nulla di fatto perché dopo la rete realizzata da Sottil all’83’ – gol che sarebbe valso la certezza aritmetica della permanenza nel campionato cadetto – a tempo scaduto è Genevier a insaccare per un 1-1 che non serve a nessuna delle due formazioni dato che ogni discorso salvezza è da rimandarsi agli ultimi 90′ della stagione. Ad approfittare della situazione è il Modena, che raggiunge il Pisa in classifica andando a vincere 2-1 ad Avellino. Un successo che, figlio del definitivo vantaggio firmato all’87’ da Troiano, condanna gli irpini alla retrocessione ma che regala un pizzico di speranza ai canarini


Fonte: Sky Sport

Booking.com