Calcio Estero Bundesliga Frederik Sörensen e il miracolo Colonia: il difensore si racconta

Frederik Sörensen e il miracolo Colonia: il difensore si racconta

481

Frederik SörensenSolo due punti separano il Colonia dalla capolista Bayern Monaco e all’orizzonte c’è la trasferta sul campo dell’Hertha Berlino, compagine staccata di un solo punto.

Parlando in esclusiva al portale bundesliga.com prima della prossima partita, il difensore Frederik Sörensen ha raccontato cosa è cambiato quest’anno in casa Colonia, l’unità che c’è in squadra e la dura prova che attende la vice capolista nel prossimo fine settimana

bundesliga.com: Frederik Sörensen anche gli esperti sono stati sorpresi dal tuo notevole impatto alla stagione con in Colonia. Che aria si respira nella squadra?

Sörensen: All’inizio di una stagione si è sempre un po’ insicuri di come possano andare le cose. Ora, però, abbiamo capito che siamo in grado di vincere contro le cosiddette “squadre minori”, a differenza dello scorso anno quando facevamo fatica. Abbiamo già battuto Friburgo, Darmstadt e Ingolstadt, raccogliendo quei punti che prima lasciavamo per strada.

bundesliga.com: Quale è stato l’aspetto migliore affrontando questi avversari?

Sörensen: Un fattore decisivo si è avuto in estate, quando ci siamo detti che avevamo bisogno di conquistare più punti possibili contro squadre del nostro stesso livello. Ora abbiamo un’idea precisa di come convertire in gol il possesso palla prodotto.

bundesliga.com: I tempi in cui si diceva che una squadra di calcio dovesse essere costituita da “undici amici” sono lontani. Tuttavia il Colonia ha dimostrato di essere un gruppo unito e davvero affiatato?

Sörensen: Questo è vero. Un esempio è che siamo andati tutti a pranzo insieme dopo l’allenamento mattutino di oggi, mentre altre volte ci dividevamo in gruppi più piccoli. E’ in momenti come questo che si avverte la nostra unità fuori dal campo. Penso si tratti di una delle qualità migliori di questa squadra. Questo vale anche per quelle persone che lavorano dietro le quinte. Noi funzioniamo così bene fuori dal campo perché tutti sappiamo cosa fare.

bundesliga.com: State sfruttando questa ondata di euforia ma la squadra sta gioca al suo massimo o può ancora migliorare?

Sörensen: La scorsa stagione ci sono stati cinque o sei innesti di nuovi giocatori. Questa stagione ne sono arrivati solo quattro. Tutti si sono integrati in fretta, anche perché c’è un gruppo che ha giocato insieme diverso tempo in Bundesliga 2. I prolungamenti di contratto di Modeste, Hector e Bittencourt dimostrano la voglia e l’interesse a far parte di un progetto che deve completarsi. Sono convinto che possiamo diventare ancora più forti nei prossimi anni.

bundesliga.com: In questo momento, però, l’attenzione è sullo scontro di Berlino. Cosa ne pensi dell’Hertha?

Sörensen: Guardo tanto calcio e, ad esempio, ho visto la sfida di Europa League dell’Hertha contro il Brøndby, hanno perso ma convincendo. L’Hertha è una squadra completamente diversa da quella che ha raccolto un pareggio per 1-1 a Dortmund lo scorso venerdì. Ho notato il loro modo di giocare. L’Hertha era aggressiva, molto forte negli scontri e ha pienamente meritato il punto. Questo dice che ci attende una sfida molto difficile. Tutti sanno cosa siamo in grado di produrre in termini di prestazione e nessuno ci sottovaluterà.

bundesliga.com: Il Colonia ha la miglior difesa insieme al Bayern Monaco e tu hai sicuramente contribuito a questo record. Considerando la tua altezza, è molto più facile considerarti un difensore centrale naturale ma ti stai disimpegnando bene nel ruolo di terzino destro in questa stagione.E’ stato un passaggio difficile?

Sörensen: Ho avuto il vantaggio di maturare esperienza in entrambe le posizioni nelle nazionali giovanili danesi e nell’Under21. Non è stato facile all’inizio, ma ora sto acquisendo coscienza del ruolo per variare il mio gioco.

bundesliga.com: Per produrre buone prestazioni è utile sentire la fiducia del club e della città in cui si gioca e si vive? Ti piace Colonia e il suo stile di vita?

Sörensen: Mi piace molto Colonia, in parte perché mi ricorda molto la mia città natale Copenhagen in termini di dimensioni della città e nel modo in cui le persone vedono le cose. La gente di Colonia è molto aperta, si respira un’atmosfera armoniosa. Questo ha reso molto più facile la mia sistemazione.

Intervista a cura di Andreas Kötter

Booking.com