Calcio Italiano Paulo Sousa tiene alta la concentrazione e ordina la vittoria

Paulo Sousa tiene alta la concentrazione e ordina la vittoria

Paulo SousaDopo lo 0-0 dell’andata in Grecia alla prima giornata, la Fiorentina ospita il PAOK Salonicco all’Artemio Franchi. Obiettivo dichiarato dei Viola, imbattuti e reduci da tre successi in Europa, la qualificazione matematica ai sedicesimi di finale: alla luce da quanto mostrato finora dalle due squadre nel Gruppo J, l’obiettivo sembra più che alla portata della squadra di Paulo Sousa, ma il tecnico portoghese non dà nulla per scontato.

Dobbiamo rimane concentrati solo sulla partita di domani, per dare continuità a quanto di buono fatto finora. Il PAOK è la squadra con più esperienza, più maturità e più qualità individuale e collettiva del nostro girone. E poi sarà motivatissimo, vista la sosta obbligata in campionato, e ha solo questa partita per dimostrare il suo valore“.

Già, l’interruzione forzata della Superleague greca è sicuramente fonte d’incognite. Il PAOK sarà sicuramente più fresco dei padroni di casa che, pausa per le nazionali a parte, giocano al ritmo di una partita ogni tre giorni da alcune settimane a questa parte, ma la differenza tra le due rose è apparsa evidente anche a settembre. Inoltre, la Fiorentina arriva a questo appuntamento rinfrancata dai recenti risultati positivi, non ultimo il 4-0 di domenica nel derby contro l’Empoli.

Di certo nessuno a Firenze prenderà questa gara sottogamba, anche se, al di là delle parole, Sousa fa già un pensierino a quello che spera accada dopo: “Bisogna vincere e poi prendere sul serio anche l’ultima partita del girone, perché il primo posto conta moltissimo e influisce direttamente sul sorteggio. Noi dobbiamo abituarci a vincere, perché questo ci aiuterà poi a continuare a vincere“.

Ai Viola serve un punticino per accedere ai sedicesimi, per rimanere in corsa i greci devono invece fare risultato a Firenze e sperare che il Qarabağ perda in casa dello Slovan Liberec: teoricamente possibile, alla luce di quanto visto finora abbastanza improbabile. Se è vero che la ha ritrovato gol e continuità, la partita del Franchi è la classica buccia di banana sulla quale non scivolare per proseguire un cammino di crescita che fino a poche settimane fa era apparso ancora piuttosto zoppicante.

http://it.uefa.com/

Booking.com