Calcio Italiano Spalletti: «La Roma è forte e rimarrà in alto»

Spalletti: «La Roma è forte e rimarrà in alto»

550

Il tecnico fa pensare ad un addio: “Non importa chi va via, resta un club di livello”.

 

SpallettiAlla vigilia dell’ultima trasfer­ta della stagione, Luciano Spalletti non scioglie i dubbi che angustiano la Ro­ma. Resta o non resta, lo ha deciso, ma aspetta la fine della stagione per comu­nicarlo.
I dirigenti sono un po’ in imba­razzo, ma Rosel­la Sensi è sem­pre fermamente intenzionata a non liberarlo.
Quelli di Spallet­ti sembrano i ti­toli di coda di una bella storia, anche se la posi­zione della società sembra fermissima: «Da un punto di vista professionale la famiglia Sensi mi ha dato molto e ho avuto sempre un buonissimo rapporto, al di là di qualche piccola battuta o schermaglia. Cose dette per migliorare. Su quello che ho letto in queste ultime ore in merito a una possibile trattativa, non entro nel merito perché non ho nes­sun elemento per commentare».
Spalletti non si pronuncia su Fiora­nelli: «Non conosco la persona, non ho mai avuto contatti con lui. Dietro alla Roma ci so­no interessi importanti, come la costru­zione dello stadio che sarebbe fonda­mentale per i nostri tifosi».
Non ha avuto contatti con altri club. Neppure con la Juve: «Niente di niente».
E non cambierebbe idea, se la decisione fos­se quella di andarsene, neanche se arrivasse un grande investitore stra­niero: «La Roma è arri­vata a certi livelli, al di là dei risultati e dei par­ticolari che fanno la dif­ferenza. La Roma è una squadra di livello, insieme alla società è cresciuta. La squadra è forte, non ci saranno problemi per i nostri tifosi, an­zi li ringrazio per lo striscione esposto domenica».
Potrebbe essere anche l’addio di An­celotti a San Siro. Spalletti lo capisce: «Quelli che fanno il mio lavoro devono essere sempre pronti a cambiare squa­dra. Carlo ha rappresentato qualcosa di particolare per il Milan. Può darsi che sia arrivato il momento dell’addio. Io gli auguro il meglio, è un grande allenatore. Grazie a Bruno Conti è anche un grande amico, ci siamo detti cose che di solito si dicono tra amici».
A proposito di allenatori, Spalletti ringra­zia Ferguson, che lo ha elogiato: «E’ un grande, è attento ai rapporti. Lui può in­segnare a tutti».

Fonte: Corriere dello Sport

Booking.com