Calcio Italiano Spalletti: «Oggi mi accorcerei il contratto»

Spalletti: «Oggi mi accorcerei il contratto»

439

Tecnico Roma: «Non pensavamo alla Champions»

 

Totti«Troppo nervosi? Può succedere che ti abitui a vincere, e poi trovi realtà difficili come quella di oggi. Ci sta un po’ di nervosismo». Il tecnico della Roma, Luciano Spalletti, commenta la disfatta giallorossa a Bergamo contro l’Atalanta. La Roma è stata battuta 3-0, ma per Spalletti la zona-Champions non è affatto comrpomessa.

ANCORA IN CORSA – «Noi non abbiamo mai parlato di secondo posto -dice ai microfoni della Rai- Noi cerchiamo di risalire il più possibile, e il nostro obiettivo resta la quarta posizione. Poi succede che dopo tre o quattro vittorie si parli di secondo posto, ma così si travisa la realtà. Si diventa presuntuosi e diventa più difficile affrontare squadre che lottano su ogni pallone come l’Atalanta». «Noi dobbiamo arrivare tra le prime quattro -ripete Spalletti-, e non ci possiamo rilassare perché ora c’è il Siena e poi la Champions, ma oggi non abbiamo perso perché pensavamo all’Arsenal».

CONTRATTO – Sul suo contratto, Spalletti ribadisce: «Ho altri due anni, pensiamo a domani io sono tranquillo». Poi, ai microfoni di Sky, dice ironicamente: «Dopo oggi, me lo accorcerei il contratto… È fin troppo lungo»

JUAN – Anche Juan ammette le difficoltà riscontrate oggi dalla Roma: «Non abbiamo fatto una buona gara, loro in casa sono forti -dice a Roma Channel-. L’Inter ha preso tre gol qui e anche noi non abbiamo fatto bene, è stato difficile. Non abbiamo giocato al nostro livello, di solito giochiamo con palla a terra e veloce e oggi non lo abbiamo fatto. Quei sei minuti li abbiamo sbagliati, abbiamo preso gol facili da non prendere e ora dobbiamo pensare alla prossima partita. Dobbiamo vincere sabato in casa e poi abbiamo un match difficilissimo contro l’Arsenal, fondamentale per noi, dobbiamo vincere sabato e poi andare martedì a Londra».


Fonte: Corriere dello Sport

Booking.com