Calcio Italiano Stasera in campo la Serie A: Due i big match Juve-Parma e...

Stasera in campo la Serie A: Due i big match Juve-Parma e Fiorentina-Milan

883

Stasera in campo la Serie A, due i big match: Juve-Parma e Fiorentina-MIlanStasera in campo la Serie A: Due i big match Juve-Parma e Fiorentina-Milan. Mercoledì sera di campionato, con otto partite valide per la trentesima di serie A. Ieri sera la Roma ha battuto nel finale il Torino.

Stasera in campo la Serie A. Clarence Seedorf ha sciolto tutti i dubbi ed è pronto a rilanciare Mario Balotelli dal primo minuto dopo la panchina dell’Olimpico contro la Lazio. A Firenze ‘SuperMario’ dovrebbe vincere il ballottaggio con il grande ex Pazzini, sulla sponda viola  l’ex Alessandro Matri questa sera ha l’occasione giusta per riprendere a segnare mandando un messaggio non solo al Milan, squadra proprietaria del cartellino che lo ha cacciato in malo modo dopo i fischi di San Siro, ma anche alla propria attuale squadra ovvero la Fiorentina in vista del prossimo futuro. Il giocatore infatti deve conquistarsi la riconferma e con gli infortuni di Rossi e Gomez, avrà più di un’occasione per convincere la società viola a trattenerlo anche nel corso della prossima estate.

Stasera in campo la Serie A. Allo Stadium la Juventus ospita il Parma e Antonio Conte è pronto a dare fiducia a Padoin, dall’altra parte in attacco dovrebbe esserci l’ex Palladino al fianco di Cassano. Napoli, rifiata Higuain: contro il Catania pronta una maglia da titolare per Goran Pandev. La Lazio a Marassi contro il Genoa saluta l’esordio di Helder Postiga in maglia biancoceleste. Il posticipo della 31 giornata si giocherà domani con il match Inter-Udinese.

Una cosa è certa: questa sera allo Juventus Stadium uno dei record di questo campionato è destinato a essere interrotto. A Torino infatti la squadra di Antonio Conte, lanciatissima in campionato e soprattutto in casa, dove ha vinto le ultime 14 partite giocate, riceve il Parma di Roberto Donadoni, reduce da 17 risultati utili consecutivi.

Stasera in campo la Serie A. Quella tra bianconeri e ducali torna ad essere una sfida al cardiopalma dopo l’accesa rivalità di buona parte degli anni ’90, culminata nelle sfide scudetto del 1995 e 1997, in tre finali di Coppa Italia  e anche in una finale di Coppa UEFA, quella del 1995, un anno in cui le due squadre lottarono fino all’ultimo su tre fronti.

La posta è altissima in casa Juventus: eventuale vittoria porterebbe  al quindicesimo successo, che costituirebbe un record assoluto essendosi fermato il Torino 1975-76 di Gigi Radice a quattordici.
C’è però da battere un Parma lanciatissimo, nonostante il tecnico Roberto Donadoni in conferenza stampa abbia scelto un profilo soft: “Siamo le squadre più in forma? Discorsi che lasciano il tempo che trovano. La Juve detta legge da tre anni, il nostro compito sarà più che difficile. Ma sarà senz’altro un bel confronto”. Il tecnico ducale spera in una grande prestazione di Antonio Cassano, che più volte in carriera ha procurato dolori alla Vecchia Signora.  E’ comunque un confronto che evoca bei ricordi ad Antonio Conte e allo Juventus Stadium stesso: l’11 settembre 2011, il tecnico bianconero debuttò  in casa  proprio contro il Parma, con  una vittoria per 4-1 e, a fine anno, lo scudetto.
Stasera in campo la Serie A. Battere il Milan per tornare a sognare la Champions League. Un anno fa la Fiorentina e i rossoneri si sfidavano per la Champions League. Al Franchi finì 2-2 con Balotelli furioso con l’arbitro e la volata per l’Europa che conta fu appannaggio del Milan. Dodici mesi dopo, i rossoneri sono molto indietro in classifica mentre la squadra di Vincenzo Montella dopo la vittoria al San Paolo contro il Napoli, crede ancora nella rimonta per la terza piazza.
“E’ una squadra che è distante da noi in classifica ma ha grandi giocatori che possono risolvere le partite e che, nei match importanti, possono far prevalere qualità ed orgoglio. Per quanto mi riguarda, quella di domani sera è una partita fastidiosa” dichiata Montella a proposito della squadra di Seedorf.
Stasera in campo la Serie A. Il tecnico napoletano fa il punto della stagione della sua squadra e ribadisce di credere ancora alla rimonta sul gruppo di Rafa Benitez.“Questa è una stagione positiva per la Fiorentina, siamo stati in corsa su tutti e tre i fronti, siamo in finale di Coppa Italia e possiamo ancora lottare per il terzo posto: ci credo, con due vittorie nelle prossime due partite potremo impensierire il Napoli”.
Booking.com