Calcio Estero “Tassa sui ricchi”, il calcio francese protesta e fa sciopero. Platini non...

“Tassa sui ricchi”, il calcio francese protesta e fa sciopero. Platini non è d’accordo

1123

Clamoroso sciopero in Francia. Le squadre di Ligue1 e Ligue2 non scenderanno in campo nel weekend del 29 novembre, per protestare contro la cosiddetta tassa sui ricchi, un’imposta del 75% sui redditi superiori al milione di euro. La decisione è stata ufficializzata dall’Unione dei club professionistici (Ucpf). “Sono d’accordo con la decisione dei club francesi”, ha affermato Frederic Thiriez, presidente della Lega calcio transalpina (Lfp). ‘Si tratta di salvare il calcio francese che rappresenta 25.000 lavoratori -, ha evidenziato Jean-Pierre Louvel, presidente dell’Ucpf -. Da una tassa sui redditi si è passati a una tassa sulle imprese in difficoltà”.

Questo sciopero è una buona cosa? ‘Assolutamente no – risponde Platini – Non esistono molti scioperi che vengano capiti dal pubblico.Così il presidente Uefa Michel Platini, a Canal+Sport sullo sciopero indetto dalla Lega calcio francese per protestare contro la supertassa al 75% voluta dal presidente Francois Hollande.

Booking.com