Calcio Estero Terremoto FIFA, sette arresti dell’FBI: Blatter indagato

Terremoto FIFA, sette arresti dell’FBI: Blatter indagato

SEPP BLATTERTerremoto FIFA, sette arresti dell’FBI: Blatter indagato. Accuse di corruzione dalle autorità degli Usa nei confronti dei vertici della Fifa. Venerdì sarà il principe giordano Ali bin Al Hussein a sfidare Blatter per la presidenza dell’organo che governa il calcio.

Terremoto FIFA, sette arresti dell’FBI: Blatter indagato. A Zurigo è scattata un’operazione delle autorità svizzere, così come riporta il “New York Times”, ha portato all’arresto di diversi dirigenti del massimo organo calcistico mondiale.

Emergono nuovi dettagli dopo la retata messa in piedi dalla polizia svizzera a Zurigo. In nottata, infatti, sono scattati gli arresti per diversi membri del Comitato Esecutivo della FIFA con l’accusa di frode telematica, racket e riciclaggio di denaro.
L’inchiesta scattata negli Stati Uniti ha coinvolto più di dieci funzionari anche se non tutti erano in Svizzera al momento del fermo. Tra loro anche Jeffrey Webb delle Isole Cayman, un vice presidente del Comitato Esecutivo.
Una scossone importante a 48 ore dall’elezione del nuovo presidente. Fino a poche ore fa scontata la conferma di Sepp Blatter per il suo quinto mandato, ma a questo punto tutto potrebbe essere rimesso in discussione. L’attuale numero uno risulta tra gli indagati, ma non è tra gli arrestati. Le indagini,  specificano fonti americane,  non si sono comunque concluse.  “Il presidente Blatter non è coinvolto e   non è tenuto a lasciare l’incarico”. Lo ha detto il portavoce della FIFA De Gregorio, aggiungendo che il presidente è calmo, vuol seguire cosa accadrà nelle prossime ore. La FIFA è parte lesa nell’inchiesta dei giudici americani sulla federcalcio mondiale, ha detto De Gregorio, secondo cui la situazione ha lasciato tutti sorpresi. È un momento difficile per noi. L’indagine è positiva per salvare quanto di buono fatto in questi anni.
Venerdì sarà il principe giordano Ali bin Al Hussein a sfidare Blatter per la presidenza dell’organo che governa il calcio.

Booking.com