Calcio Italiano Thohir ritira la maglia n. 4: Zanetti vicepresidente dell’Inter

Thohir ritira la maglia n. 4: Zanetti vicepresidente dell’Inter

652

Thohir ritira la maglia n. 4: Zanetti vicepresidente dell'InterThohir ritira la maglia n. 4: Zanetti vicepresidente dell’Inter. Era prevedibile ma adesso è ufficiale: la maglia di Javier Zanetti sarà ritirata. Nessun nerazzurro in futuro potrà indossare la numero 4 che per gli anni futuri rappresenterà il simbolo di un’Inter vincente e di un giocatore che è diventato una bandiera del club meneghino.

Thohir ritira la maglia n. 4: Zanetti vicepresidente dell’Inter. Lo ha detto Erick Thohir a Milano dopo il cda. “Abbiamo fatto una riunione per il budget per la Uefa, perché, come si sa, il fair play finanziario è vicino visto che giocheremo in Europa e possibilmente in Champions l’anno prossimo. Siamo obbligati a rispettare le leggi”.

Thohir ritira la maglia n. 4: Zanetti vicepresidente dell’Inter. “Il club ha raggiunto un accordo con Javier Zanetti della durata di 2 anni. Sarà il vicepresidente dell’Inter. La proprietà ha deciso di ritirare la sua maglia numero 4. Naturalmente nell’ambito della prima squadra ci saranno molti movimenti. Abbiamo parlato a lungo io, Marco Fassone, Piero Ausilio e l’allenatore Walter Mazzarri per migliorare la squadra non solo sul campo, ma anche fuori. Non voglio dire che ci siano persone più o meno brave, ma noi dobbiamo migliorare la situazione, consolidare la squadra come squadra con nuovi obiettivi perché, quello dell’anno scorso è passato, ora invece dobbiamo stare in Europa e non possiamo fallire”.  

Thohir ritira la maglia n. 4: Zanetti vicepresidente dell’Inter. E su Mazzarri? “La dirigenza ha parlato con l’allenatore e possiamo firmare presto un accordo. Abbiamo parlato del prolungamento di un anno, quindi avremo due stagioni piene con lui e credo sia giusto perché l’anno scorso è stato un anno di transizione. Adesso la sfida, per quest’anno e per il prossimo, è quella di costruire una squadra insieme a lui. Credo fermamente che in questo momento di transizione non si debba pensare solo ai cambiamenti, ma abbiamo bisogno di stabilità nella squadra. È positivo crescere con Mazzarri, ma allo stesso tempo, dobbiamo trovare giocatori che possano giocare insieme”.

Booking.com