Calcio Italiano Totti: «Adriano può vincere le partite anche da solo»

Totti: «Adriano può vincere le partite anche da solo»

519

Totti: «Con lui c’è già sintonia, sono sicuro che ci aiuterà. La società? Rosella è serena, lo sono anch’io». Riise e Julio Sergio oggi testimonial delle nuove divise, il difensore: «Voglio vincere con questa maglia e sono pronto a rinnovare il contratto». Il portiere esalta l’Imperatore: «Meglio averlo in squadra che contro»


Roma«Ho visto Rosella tranquilla ed questo ha tranquillizzato anche me». Il capitano giallorosso si pronuncia sulla vicenda che ha visto, cambiare le cose al vertice, visto che ora il club è nelle mani di Unicredit che entro il 20 luglio dovrà firmare con Italpetroli l’accordo definitivo e il 26 le parti sono attese di nuovo dal presidente del collegio arbitrale Ruperto; intanto il punto di riferimento per tutti a Trigoria rimane Rosella Sensi. «Ho seguito la vicenda societaria in vacanza, quindi non so molto, però ho visto la presidente serena e mi ha tranquillizzato. È importante per noi avere ancora Rosella Sensi dietro a tutti, ci può dare una mano. Sono stato all’estero, non ho seguito la vicenda passo dopo passo. Sapevo quello che poteva succedere, però il presidente ha confermato la fiducia a squadra e società. Noi pensiamo solo al campo»: queste le parole del numero dieci che in questi giorni sta imparando a conoscere le doti calcistiche di Adriano. «Con lui c’è già sintonia, sono sicuro che ci aiuterà. Sappiamo che può vincere le partite da solo. Lui sa quali sono i suoi obiettivi, noi sappiamo quali sono i nostri. Insieme faremo grandi cose. Certo, è ancora presto, siamo ancora in fase di rodaggio. Sia lui che Simplicio li ho conosciuti da poco e mi hanno fatto un buon effetto. All’inizio è tutto bello. Sono due grandi persone oltre che grandi giocatori. Li faremo ambientare al meglio. Speriamo ci diano un contributo per arrivare in fondo».

Da ieri la squadra ha cominciato quella che i componenti dello staff definiscono pre-preparazione. Sgambature in sintesi, in attesa di cominciare il vero e proprio lavoro a Riscone di Brunico. Il primo sotto la guida dei preparatori di Ranieri, visto che lo scorso anno Spalletti ha dato le dimissioni dopo le prime due giornate di campionato. E intanto nel caldo di Roma si stanno svolgendo le classiche operazioni di inizio stagione. Oggi è stato il turno della presentazione delle nuove maglie. Un tour itinerante con i giocatori della rosa sparsi per i vari Roma Store presenti nella Capitale e che hanno incontrato e firmato autografi ai tifosi. Riise, a margine dell’evento, ha giurato fedeltà alla Roma. «Io qui sto bene, la mia famiglia anche, sono contento, ho due anni di contratto ma sono pronto a firmare subito il rinnovo», ha detto il norvegese. Firmare il prolungamento e vincere qualcosa, questi sono gli obiettivi dell’esterno. «Spero di vincere qualcosa, non so se scudetto o altro, so che ora il nostro primo obiettivo e la prima possibilità che abbiamo di portare a casa un trofeo sarà il 21 agosto, quando giocheremo la Supercoppa contro l’Inter». Titolare praticamente insostituibile della squadra di Ranieri, Riise sa che la società cerca un suo omologo. «Sì, è vero, sto bene e sono contento di giocare tanto ma a volte anche io ho bisogno di fermarmi. Chi può sostituirmi? Ashley Cole», dice ridendo.

Julio Sergio è pronto ad un’altra stagione alla grande. «Era ora di tornare al lavoro ormai eravamo un po’ tutti stanchi di stare a casa. Sarà una stagione dura, però abbiamo una squadra che può regalare soddisfazioni ai nostri tifosi. Dobbiamo dare il massimo, la stagione scorsa è passata e dobbiamo fare sempre meglio». Al contrario dello scorso anno Julio Sergio in questo parte da titolare. «Devo confermarmi, cominciare subito forte».


Booking.com