Calcio Mercato Trezeguet apre al Marsiglia “Se chiama Deschamps…”

Trezeguet apre al Marsiglia “Se chiama Deschamps…”

261

L’attaccante juventino, in rotta con Claudio Ranieri, pensa ad un ritorno in Francia, nel club che dall’anno prossimo verrà guidato da Deschamps: “Voglio finire bene la stagione, poi si vedrà. Ma se Didier dovesse chiamarmi ci penserei”

 

TrezeguetMarsiglia? Perché no. David Trezeguet, in rotta totale con Claudio Ranieri, apre uno spiraglio per un ritorno in Francia. Complice, la nomina di Didier Deschamps alla guida del club francese.

OCCASIONE – Per il bianconero, che con Deschamps ha condiviso trionfi in nazionale e l’annata nera della Juventus in serie B, la scelta dell’ex collega è del tutto “legittima”, anzi di più: “E’ un’ottima cosa per Marsiglia – spiega l’attaccante al quotidiano Le Parisien -, tutti conoscono le sue qualità. A Torino è riuscito a riportare la Juve in A e ha il carisma per fare bene. Quando lasciò la Juve voleva un grande club, una sfida che lo coinvolgesse e ha saputo darsi tempo. Ora ha l’occasione giusta, per rilanciarsi e lasciare il segno nella storia del club”.
LEGITTIMO – Una sviolinata che non si ferma qui: “Non sarà facile fare bene dopo Gerets – sottolinea Trezeguet – ma la scelta di Deschamps è legittima, è stato uno dei pilastri del Marsiglia da giocatore, vincendo anche la Champions League e per quanto ne so i tifosi sono contenti che sia arrivato lui”.
PROPOSTA – Insomma, una situazione ideale che potrebbe tentare l’attaccante juventino che ogni anno finisce, seppur ufficiosamente, sul mercato, ma che ormai è in aperto contrasto con Claudio Ranieri, capo della fronda degli oppositori che include anche Camoranesi, Tiago e Zebina e Tiago. Trezeguet, corteggiato la scorsa estate anche dal Lione, non esclude quindi un ritorno in patria, unendosi magari al suo ex allenatore: “Voglio finire bene la stagione alla Juve dove sono sotto contratto fino al 2011, poi si vedrà. Marsiglia è un grande club, se Didier dovesse contattarmi, prenderei la cosa in considerazione, ma per il momento non è all’ordine del giorno”.

Fonte: Gazzetta dello Sport di Alessandro Grandesso
Booking.com