Coppe Uefa, Milan shock: avanti il Werder… La cronaca

Uefa, Milan shock: avanti il Werder… La cronaca

451

Pizarro rimonta i rossoneri: 2-2

 

PatoIl Milan saluta la Coppa Uefa e consegna al Werder Brema gli ottavi di finale, dove i tedeschi troveranno il Saint Etienne. Un’eliminazione shock per i rossoneri, reduci dall’1-1 dell’andata, e rimontati sul 2-2 a San Siro. La squadra di Ancelotti si era portata sul 2-0 al termine del primo tempo, grazie al rigore di Pirlo e a una prodezza di Pato. Nella ripresa, invece, c’è stata la rimonta dei verdi con una doppietta di testa di Pizarro.

Il Werder è sceso a Milano senza timori reverenziali e ha spinto subito forte sull’acceleratore. Prima ha rotto il ghiaccio con alcuni tiri dalla distanza, poi si è fatto più intraprendente, preso per mano da Diego. Il centrocampo rossonero ha incassato la superiorità degli ospiti e, un po’ Dida, un po’ l’imprecisione dei verdi, hanno tenuto bloccato il risultato. Poi, nel giro di pochi minuti sono arrivati il rigore di Pirlo e il capolavoro di Pato, che hanno spezzato la partita.

Almeno dal punto di vista del punteggio, visto che la squadra di Brema ha continuato a fare gioco, rendendosi più volte pericolosa. Così, al riposo vanno una squadra che ha fatto due tiri in porta e due gol, e una a cui è mancato l’ultimo tassello del puzzle.

Il copione non cambia nella ripresa, come pure il risultato. A furia di insistere, però, ecco che arriva il meritato gol del Werder, che sfrutta la superiorità nel gioco aereo e riapre i giochi con Pizarro. I milanisti non si scuotono e lasciano giocare gli avversari. Che non si fanno pregare e poco dopo la mezzora raggiungono il pareggio che vale la qualificazione ancora con lo stesso peruviano, che sfrutta l’ennesima indecisione della retroguardia di casa.

Sugli spalti si sentono solo i tifosi tedeschi, mentre quelli rossoneri sono increduli. Anche perché la loro squadra non accenna a una risposta e, anzi, è la formazione teutonica a sfiorare addirittura il vantaggio.

Ci sarebbe voluto Wiese (indisponibile) in porta, come ai tempi della Juve di Champions League (ricordate il gol di Emerson allo scadere?), ma evidentemente questa volta il fato non ha voluto fare scherzi. Anche perché i ragazzi di Schaaf hanno meritato di andare avanti. Per il Milan,  invece, si aprono, inevitabilmente, i processi. “Ancelotti resta, se centra gli obiettivi previssi”, aveva detto Galliani. Appunto…

LE PAGELLE
Senderos 6 Passi avanti, piccoli, ma avanti. Lo svizzero mette in mostra maggiore sicurezza rispetto alle ultime uscite e una grinta che non fa mai male. Sui due gol non ha colpe, ma se è lui il baluardo della difesa rossonera…
Seedorf 5 Qualche mormorio alla prima palla sbagliata, poi cerca il lampo giusto, ma ha sempre maglie verdi addosso. Gioca nell’ombra e non trova mai il guizzo. Sta di fatto che quando esce lui per infortunio il Milan si sgonfia.
Pato 7 Al primo affondo utile semina il panico nella difesa tedesca, al secondo si conquista la punizione da cui nasce il rigore e al terzo firma un gol da cineteca. Però si ferma e il Milan affonda.
Diego 7 All’inizio sembra predicare nel deserto e quindi decide di fare tutto da solo. Va a prendersi palla nella sua metà campo, avanza e punta il mirino. Non è un fighetto e tira la carretta dal primo all’ultimo minuto, facendo spesso il mastino su Pirlo. Sì, alla Juve farebbe comodo.
Pizarro 7 Tutti si aspettavano Diego, ma San Siro si deve inchinare a San Claudio. Di testa fa sfracelli, ma anche con il pallone fra i piedi sa il fatto suo.


LA CRONACA
49′ st –
E’ finita, Milan eliminato
46′ st – Mertesacker da solo davanti a Dida mette sopra la traversa
42′ st – Tiro centrale di Diego, ma il Werder continua a spingere
39′ st – Incursione di Flamini, che però spara sul portiere
36′ st – Il Milan incassa il colpo
33′ st – GOL WERDER: Ancora Pizarro di testa anticipa Maldini e Dida, che esce male
31′ st – Tiro di Rosenberg ribattuto da Senderos
29′ st –
Altro intervento decisivo di Dida che blocca Pizarro da due passi
27′ st – Tiro dalla distanza di Boenisch dopo una palla persa malamente da Ambrosini
23′ st – GOL WERDER:
Pizarro anticipa Favalli e insacca di testa dopo una punizione dalla sinistra
19′ st –
Incursione di Ozil, ben contrastato da Ambrosini
15′ st –
Il Werder continua a spingere, il Milan controlla
7′ st –
Distorsione a una caviglia per Seedorf, si scalda Flamini
5′ st – Combinazione Ozil-Pizarro, ma la difesa del Milan si salva
5′ st – Altra grande conclusione di Diego, deviata in angolo da un difensore rossonero
2′ st –
Pizarro reclama il rigore dopo essersi strattonato con Senderos
1′ st –
Comincia la ripresa, nessun cambio nelle due formazioni

46′ – Il primo tempo finisce col Werder in attacco
42′ – Sul corner, testa di Tziolis, Dida blocca
41′ – Conclusione dalla distanza di Almeida, Dida mette in angolo
40′ –
Mertesacker mette sopra la traversa di testa
37′ –
Miracolo di Dida su colpo di testa di Almeida completamente solo
33′ – GOL MILAN:
Pato mette il turbo e dal limite spara un missile sotto la traversa
32′ – Tziolis spreca sopra la traversa un bel assist di Diego
26′ – GOL MILAN:
Pirlo trasforma il rigore con un rasoterra angolatissimo
26′ –
Rigore per il Milan: Frings alza il braccio sulla punizione di Beckham e ferma il tiro
24′ – Pato si invola e Fritz lo stende al limite dell’area beccandosi il giallo
21′ – Tiraccio di Beckham sopra la traversa da posizione defilata
20′ – Su corner Naldo non riesce a intervenire pulito da posizione favorevole
19′ – Zambrotta blocca una bella combinazione Pizarro-Almeida, contrastando il tiro del portoghese
16′ – Altro tiro centrale di Diego
15′ –
Affondo di Pato che semina il panico nella difesa tedesca
13′ – Tiro di Pirlo dalla distanza, respinto da un avversario
9′ –
Bella combinazione Diego-Pizarro, con il peruviano che anticipa Zambrotta ma Dida è pronto
6′ – Tiro centrale di Diego, Dida blocca
4′ – Altro tiro dalla distanza del Werder, Tziolis non centra la porta
2′ – Rasoterra potente di Pizarro che sfiora il palo alla sinistra di Dida
1′ – Si comincia dopo il minuto di silenzio per Maria Antonietta Berlusconi, sorella del presidente del Consiglio
Alle ore 20.45 il fischio d’inizio della partita di San Siro. All’andata finì 1-1, chi passa con ogni probabilità troverà il Saint-Etienne.

IL TABELLINO
Milan-Werder Brema 2-2
Milan (4-3-1-2)
: Dida 5,5; Favalli 5,5 (32′ st Jankulovski 6), Maldini 5, Senderos 6, Zambrotta 6; Ambrosini 6, Pirlo 6, Beckham 5; Seedorf 5 (9′ st Flamini 6); Inzaghi 5 (17′ st Shevchenko 5,5), Pato 7. In panchina: Abbiati, Kaladze, Bonera, Antonini. All. Ancelotti.
Werder Brema (4-3-1-2): Vander 6; Fritz 6, Mertesacker 5,5, Naldo 6, Pasanen 6 (22′ st Boenisch 6); Tziolis 6, Frings 6, Ozil 6,5 (46′ st Jensen sv ); Diego 7; Almeida 5,5 (17′ st Rosenberg 6), Pizarro 7. In panchina: Mielitz, Prodl, Baumann, Harnik. All. Schaaf.
Arbitro: Eriksson
Marcatori: 26′ Pirlo (M) su rigore, 33′ Pato (M), 23′ st Pizarro (W), 33′ st Pizarro (W)
Ammoniti: 24′ Fritz (W), 31′ Ozil (W), 23′ st Pirlo (M), 36′ st Rosenberg (W), 45′ st Senderos (M)
Espulsi: –


Fonte: Mediaser Sport di Alberto Gasparri

Booking.com