Coppe Uefa: Pepe-Di Natale portano l’Udinese agli ottavi

Uefa: Pepe-Di Natale portano l’Udinese agli ottavi

465

Di NataleL’Udinese si qualifica per gli ottavi di Uefa grazie al 2-1 del Friuli sul Lech Poznan. I friulani hanno faticato non poco per agguantare il passaggio del turno, dopo il 2-2 dell’andata, e devono ringraziare la rete di Pepe nel corso della ripresa, e il gol vittoria di Di Natale al 91’, se il loro cammino europeo può proseguire. Marino, che deve ancora rinunciare all’infortunato Handanovic tra i pali, si affida al tridente Pepe-Quagliarella-Di Natale ma sono i polacchi a spingere fin dall’avvio. Tanto che al 12’ si portano in vantaggio grazie ad un preciso destro al 12’ di Rengifo, un risultato che, visto il 2-2 dell’andata, qualificherebbe il Lech. I friulani cercano di reagire per agguantare il pareggio, ma non riescono mai ad impensierire la retroguardia avversaria. Ci prova Di Natale al 41’, ma il suo tiro è debole. In chiusura di tempo sono anzi i polacchi ad andare vicini al raddoppio con Stilic.

Nella ripresa gli uomini di Marino, che ha sostituito l’infortunato Quagliarella, problemi muscolari per il napoletano, con Floro Flores, tirano fuori gli artigli. Con carattere i bianconeri si gettano in avanti, restano poco precisi, ma al 57’ è Pepe, su assist di Pasquale deviato da Floro Flores, ad infilare a due passi dalla porta Turina e siglare l’1-1 che farebbe volare agli ottavi l’Udinese. Il Lech non accusa però il colpo e sfiora il pareggio solo 4’ dopo con un sinistro di Lewandoski che termina di poco a lato. All’82’ i friulani potrebbero chiudere il match, ma un pallonetto di sinistro di Asamoah si stampa sulla traversa. Un minuto dopo ci prova Inler dalla distanza, ma la sua conclusione termina a lato. Il lech tenta l’ultimo assalto all’88’ con un insidioso tiro da fuori di Lewandoski, ma Belardi non si lascia sorprendere. La ciliegina sulla torta arriva al 91’ quando Asamoah serve Di Natale che con un perfetto contropiede trafigge Turina e regala la vittoria ai suoi. Il Patron Pozzo stavolta può essere soddisfatto dei suoi ragazzi che, dopo un primo tempo pieno di ombre, si sono ritrovati regalandogli la qualificazione agli Ottavi di Uefa dove ad attenderli ci sono i campioni in carica dello Zenit San Pietroburgo.

Fonte: E. Cerqui, DTS

Booking.com