Calcio Italiano Ufficiale, venduta la Sampdoria: Ferrero il nuovo proprietario

Ufficiale, venduta la Sampdoria: Ferrero il nuovo proprietario

Ufficiale, venduta la Smpdoria: Ferrero il nuovo proprietarioUfficiale, venduta la Sampdoria: Ferrero il nuovo proprietario. La trattativa della vendita del club blucerchiato è stata portata avanti con la massima discrezionalità e tenuta segreta fino alla conferenza stampa del presidente Edoardo Garrone. Il nuovo proprietario è Massimo Ferrero, produttore cinematografico.

Ufficiale, venduta la Sampdoria: Ferrero il nuovo proprietario. Queste le prime parole del nuovo patron del club blucerchiato: “Sono molto onorato di indossare questa maglia, devo solo dire “Grazie” ad Edoardo Garrone ed alla sua famiglia, che ha sempre fatto l’interesse della Sampdoria”.

Ufficiale, venduta la Sampdoria. Massimo Ferrero, nato a Roma il 5 agosto del 1951,  è un produttore cinematatografico ben noto nella capitale:  “Ho preso la Sampdoria perchè dopo la Sampdoria c’è il nulla. Il primo contatto risale ad un po’ di mesi fa. Garrone è molto gentile, una persona di grande umanità ed io al primo incontro ero molto emozionato. ll paragone con De Laurentiis? Lo aspetto sul campo. Finirà 3-1 per noi. Stimo Aurelio, è una grande persona. Seguirò le sue orme perché lui si è ispirato a me”. I collaboratori nella Samp? “Sono felice ed ispirato. Paolo Mantovani e Riccardo Garrone sono persone inimitabili. Che hanno fatto l’Italia. Spero di poter continuare il loro percorso. Voglio ripartire da qui”. Mihajlovic? “Sono un suo fan. E’ il numero uno. E’ il mio riferimento insieme a Garrone. Lo saluto. E’ un grande atleta”. Cassano alla Sampdoria? “Perché no? Dovete chiedere al mio allenatore. Se non sarà lui sarà un altro”.

Ufficiale, venduta la Sampdoria. Garrone un po commosso ha letto il comunicato nella conferenza stampa organizzata  nei locali dell’Starhotel, a Corte Lambruschini:  “Per ragioni che capirete dopo non potevo dirvelo prima. Questa conferenza stampa per me è molto più difficile di quella famosa della retrocessione. In dodici anni ho l’orgoglio di potere dire che è come se avessimo salvato due volte la Sampdoria. Lo ha fatto mio padre l’11 gennaio del 2002, l’ho fatto io d’accordo con la mia famiglia quattri anni fa ed infatti dopo la retrocessione dovuta all’uscita di alcuni collaboratori, aveva lasciato una voragine sia finanziaria che organizzativa. In questi anni gli anni della Sampdoria sono costati sacrifici, per la mia famiglia, amarezze ed anche qualche soddisfazione. Io ho lavorato in un mondo quello del calcio, molto difficile da capire, diverso da quello in cui ci impegnamo con la famiglia nostra da oltre settant’anni. Avevo preso un impegno, prima con mio padre, poi con la mia famiglia, il primo di mettere in sicurezza la Sampdoria ed il secondo di passare la mano quando avessi trovato qualcuno di adeguato. In tre anni di lavoro posso dire che la Sampdoria è solida finanziariamente anche se deve lavorare sui costi di gestione, ha un patrimonio ricostituito, ed un’organizzazione seria e trasparente come da tradizione. Secondo i nostri programmi alla fine di quest’anno avremo risanato il bilancio, oltre ad alcuni progetti come la costruzione del nuovo stadio  ed il rifacimento del centro sportivo di Bogliasco”. Ufficiale, venduta la Sampdoria.  Termina così la conferenza di Garrone:  “In questi anni ci siamo guardati intorno in Italia ed all’estero per trovare qualcuno che potesse subentrarci bene. In sette anni si sono proposte alcune persone, come cunsulenti e manager, ma proposte credibili nessuna. Una volta dissi “Se qualcuno di veramente affidabile dovesse bussare alla porta lo prenderei in considerazione”. Mi ha contattato un imprenditore italiano, con discrezione ed ha immediatamente dimostrato serietà e concretezza nel volere acquistare la Sampdoria, mi ha detto che farà bene. Lavorando giorno e notte abbiamo definitivo questa operazione e solo questa mattina è passata la proprietà. La Sampdoria ora ha un nuovo proprietario ed un nuovo Presidente con tutto il mio appoggio. Ho portato al termine la mia promessa alla mia famiglia ed a mio padre ed ora passo la mano al nuovo Presidente della Sampdoria”.

Booking.com