Nazionale Italiana Under 21 sconfitta in Inghilterra ma Di Biagio è soddisfatto

Under 21 sconfitta in Inghilterra ma Di Biagio è soddisfatto

Luigi Di Biagio ct Under21Gara di alto livello sia tecnico che agonistico a Southampton tra le nazionali Under 21 di Inghilterra e Italia che si sono qualificate alla fase finale dell’Europeo in testa al proprio girone e che nel 2015, alla fase conclusiva del Campionato Europeo, si sono affrontate in una partita vinta degli azzurri 3-1. Stavolta ha la meglio l’Inghilterra, che si impone 3-2 realizzando il gol della vittoria in pieno recupero al termine di 90’ di spettacolo e bel gioco da entrambe le parti. Nonostante le numerose assenze legate in parte alla promozione in Nazionale maggiore e in parte agli infortuni, Di Biagio affidandosi al solito 4-3-3 mette in campo una squadra che lotta dall’inizio alla fine senza risparmiarsi con Gollini in porta, difesa con Conti, Biraschi, Caldara, Barreca, a centrocampo Benassi, Mazzitelli e Pellegrini, in attacco Ricci, Petagna e Di Francesco.

Dopo un minuto di silenzio (accompagnato dal lutto al braccio) osservato in memoria delle vittime della prima guerra mondiale, si parte con ritmi altissimi, con l’Inghilterra in particolare vicina al gol al 4’ con un colpo di testa che supera di poco la traversa e al 5’ con un destro ad incrociare che sfiora il palo. Un campanello d’allarme, preludio al vantaggio che i padroni di casa raggiungono al 6’, complice una disattenzione difensiva degli Azzurrini, con il velocissimo Gray.

Colpita a freddo, l’Under subisce l’iniziativa degli avversari per una decina di minuti prima di trovare la via del pareggio con una grande azione sulla fascia destra di Conti che avanza in velocità e lascia partite un cross intercettato e deviato in rete da Galloway. Non finisce qui, perché la giovane Italia, carica di orgoglio e personalità, pesca il jolly al 29’: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Petagna – per la prima volta titolare – allunga di testa per Di Francesco che realizza sul secondo palo la rete del 2-1. Bravo e sfortunato il giovane figlio d’arte, che al 43’ è costretto a lasciare il campo per infortunio, lasciando il posto a Parigini.
Nella ripresa Di Biagio cambia qualche pedina, ma l’Under mantiene ritmi alti. Due pericoli per la porta difesa da Gollini, al 10’ e al 14’ quando l’Inghilterra colpisce prima la traversa e poi il palo, antipasto al pareggio firmato al 15’ da Baker.

Nonostante le energie spese, entrambe le nazionali – fedeli al ruolo di protagoniste nelle qualificazioni europee – continuano a macinare gioco e ad offrire spettacolo agli 11.000 presenti sugli spalti, decise a non mollare e a raccogliere il massimo da questa amichevole di lusso che precede un altro test di alto livello, quello in programma lunedì prossimo a Bergamo con la Danimarca. Ma in pieno recupero, dopo l’ingresso in campo dell’esordiente Capezzi, prevale la superiorità fisica degli inglesi che si impongono di prepotenza al 48’ con un gol di Stephens che firma il 3-2.

Sconfitta immeritata per gli Azzurrini, ma Di Biagio non si lamenta: “Il risultato – spiega – ci lascia un po’ di rammarico, ma questi test sono importanti per far capire ai ragazzi cosa significa giocare a questi livelli. Mi è piaciuta la voglia e la determinazione della squadra, anche se potevamo essere più cattivi in alcune occasioni negli ultimi 30 metri. Alla fine sono venuti fuori loro, hanno dimostrato di avere qualcosa in più rispetto a noi. Ma va bene così. Ho testato nuovi giocatori e ho provato qualche soluzione in più che potrebbe esserci utile in futuro”.

http://www.figc.it/

Booking.com