Nazionale Italiana Ventura soddisfatto dello stage: «Risposte straordinarie»

Ventura soddisfatto dello stage: «Risposte straordinarie»

Ventura ct ItaliaSi è concluso con una partita in famiglia su campo ridotto il primo degli stage dedicati ai giovani più interessanti nel panorama nazionale. Dopo le due sedute di ieri, anche oggi al Centro Tecnico Federale di Coverciano i 22 calciatori convocati da Gian Piero Ventura si sono allenati in mattinata per poi tornare in campo nel primo pomeriggio agli ordini del Ct: “Sono molto contento di questo stage – ha dichiarato il Commissario Tecnico azzurro in conferenza stampa – anche se non mi piace il termine, preferirei parlare di convocazioni. Ho avuto risposte straordinarie, sono pentito di non aver fatto vedere alla stampa quello che ho visto io, soprattutto per la partecipazione e il coinvolgimento che hanno dimostrato i calciatori che ho chiamato. Non so a cosa porterà tutto questo, ma è un buon inizio“.

I prossimi stage si terranno dal 6 all’8 febbraio, dal 10 al 12 aprile, dall’1 al 3 maggio e dal 28 al 31 maggio, un percorso che si chiuderà con un’amichevole ancora da fissare: “I risultati sono l’obiettivo a cui devo guardare – ha sottolineato Venturama poi devo pensare al futuro. Ho preso l’iniziativa di fare gli stage e sono andato a parlare di questa idea con presidenti, allenatori e società spiegando perché volevo organizzarli. Ho trovato presidenti che mi hanno incentivato a farli”.

Il Ct ha poi parlato di alcuni singoli, da Gagliardini, già convocato in occasione delle gare con Liechtenstein e Germania dopo il forfait di Marchisio (“Forse non sarà il titolare dei prossimi dieci anni, ma sta migliorando molto”), a Caldara (“E’ uno dei giovani più promettenti in difesa, ma abbiamo anche Rugani e Romagnoli. Quando Bonucci, Buffon o Barzagli abdicheranno avremo sostituti con una voglia feroce, stiamo lavorando in questo senso”).

Ventura, che domani sarà ad Empoli e venerdì a Genova sponda blucerchiata per proseguire il ciclo di visite nei centri sportivi delle società di Serie A, ha commentato anche la mancata chiamata di Mario Balotelli: “Non è da stage, stiamo parlando di un giocatore che ha fatto un Mondiale. Ci voglio parlare, da qui a marzo avrò tempo per vederlo di persona.  Una volta che avrà lavorato su se stesso sarà considerato come tutti gli altri“.

http://www.figc.it/

Booking.com