Calcio Italiano Calciomercato Serie A, Ufficiale: Abolite le comproprietà

Calciomercato Serie A, Ufficiale: Abolite le comproprietà

Calciomercato Serie A, Ufficiale: Abolite le comproprietàCalciomercato Serie A, Ufficiale: Abolite le comproprietà. Svolta epocale per quanto riguarda il calciomercato della Serie A. Il Consiglio Federale, riunitosi oggi a Roma ha preso la decisione di abrogare l’istituto delle compartecipazioni tra società.

Calciomercato Serie A. Nella conferenza stampa di chiusura dei lavori, il presidente dellla FIGC, Giancarlo Abete ha annunciato che dalla prossima finestra di mercato non sarà più possibile acquistare giocatori in comproprietà: “Resta  la possibilità di rinnovare di un anno quelle ancora in essere,  ma l’istituto viene meno e rimane in piedi fino ad esaurimento”.  “Non tutte le società della Lega di Serie A erano favorevoli, anche se la maggioranza era d’accordo – ammette Abete al termine del Consiglio Federale -. Non è stata una proposta della Lega, bensì una proposta diretta da parte della Federazione. Nei prossimi mesi verrà fatto un censimento della situazione – prosegue il presidente della Figc – ma era evidente l’atipicità di questo istituto nel quadro normativo europeo, e anche in quello fiscale. Le comproprietà non saranno più possibili”.

“Molte volte – ha chiarito ancora il presidente federale Abete – sono state sollevate questioni a livello di opinione pubblica e problematiche fiscali e si era evidenziata l’atipicità di questo istituto sul versante normativo europeo e anche su quello fiscale. Sappiamo che non tutte le società erano favorevoli, anche se la maggioranza era d’accordo. Abbiamo pensato di abrogare questo istituto direttamente, anche se il presidente Lotito ha evidenziato che la posizione della Lega di A non era univoca. Non è stata una proposta della Lega, ma è una proposta diretta da parte della Figc. Nei prossimi mesi appronteremo anche un censimento della situazione in essere”.

Calciomercato Serie A. E’ stao interpellato il decano dei procuratori Dario Canovi, sulla decisione della FIGC:  “Onestamente non so che dirle, non so se è un bene o un male, non capisco perchè vogliamo abolirle, non mi sembrava una cosa urgente. Scenari futuri? Succederà quello che è successo in tanti paesi, arriveremo a farne a meno, il prestito con diritto di riscatto verrà usato sempre più. Onestamente non credo avrà grande incidenza, gli operatori di mercato hanno fantasia e troveranno altre formule”.

Calciomercato Serie A. Anche il direttore sportivo del Livorno  Stefano Capozucca ha detto la sua ai microfoni di Tuttomercatoweb.com: “Ci siamo adeguati al resto dei Paesi europei visto che esisteva solo da noi. Penso che sia giusta questa scelta da parte della federazione. Alla fine le comproprietà erano un escamotage per fare mercato nonostante la crisi che vive il nostro calcio. – continua Capozucca – Non credo che cambi molto per il futuro. Probabilmente aumenteranno i prestiti di giocatori fra le varie società”.

Calciomercato Serie A. Il Consiglio federale ha inoltre ufficializzato le date del prossimo calciomercato. La finestra estiva inizia da martedì 1 luglio 2014 a lunedì 1 settembre 2014 fino alle ore 23:00, quella invernale  da lunedì 5 gennaio 2015 a lunedì 2 febbraio 2015 sempre fino alle ore 23:00.

Booking.com