News La Juventus ha ancora speranze: 3-0

La Juventus ha ancora speranze: 3-0

514

Iaquinta e Del Piero stendono il Bari

 

Del PieroLa Juventus intasca i tre punti della vittoria contro il Bari e tiene accese le speranze di Champions League. All’Olimpico i bianconeri si impongono per 3-0 al termine di una partita non giocata benissimo, ma condotta in porto grazie a un secondo tempo incisivo. Decisivo l’ingresso in campo di Iaquinta, che all’8′ e al 41′ apre e chiude le marcature. Nel mezzo il rigore trasformato da Del Piero al 24′ per fallo di Gillet su Diego.

LA PARTITA
Il quarto posto è difficile, forse impossibile, e la Juve lo sa. Anche per questo non mette più di tanto ardore in una partita che sulla carta, contro un Bari che non ha alcunché da chiedere al suo campionato, dovrebbe essere già scritta. Invece, complice pure un pessimo arbitraggio, il primo tempo regala le due migliori occasioni proprio ai pugliesi che con Koman al 10′ e al 41′ costringono Buffon a due interventi degni della sua classe. Nel mezzo qualche tiro dalla distanza dei bianconeri, qualche colpo di testa, ma soprattutto due episodi da moviola nell’area biancorossa: prima Koman alza il braccio sinistro e stoppa un pallone spiovuto dalla fascia, poi Salvatore Masiello spinge a terra Diego. “Avanti, avanti”, dice Gervasoni, facendo infuriare Camoranesi. Che per tutta risposta taglia la strada al segnalinee e gli rifila una bella spallata: giallo per lui, ma ci poteva stare pure l’espulsione. E il nervosismo dal campo si trasferisce sugli spalti.

Il secondo tempo si apre con una traversa colpita di testa da Del Piero e quando sembra che anche la sfortuna giochi contro la Juve ecco il gran gol di Iaquinta, ben imbeccato da Diego sul filo del fuorigioco. I bianconeri a questo punto giocano più rilassati e costruiscono diverse azioni da rete. L’ex Werder Brema si vede annullata per offside la deviazione vincente su tiro dello stesso Iaquinta. I due sono poi protagonisti dell’azione del rigore, con l’azzurro che pesca bene il brasiliano, steso da Gillet. E dagli undici metri “Pinturicchio” fa centro, il 270° della carriera juventina.

Nel finale c’è il tempo per un tentativo di autorete di Zebina sventato da un attento Buffon, per un fallo da rigore su Meggiorini che conferma la pessima giornata di Gervasoni e per il “tris” firmato ancora Iaquinta (piattone su preciso traversone dell’altro neo-entrato Candreva e doppietta dopo il lunghissimo stop per infortunio). Ma anche per vedere il capitano arrabbiarsi con Zaccheroni che voleva sostituirlo mentre Marchisio era a terra in preda ai crampi. Per vedere anche la Champions League, però, ci sarà da percorrere ancora una strada lunga e impervia.


IL TABELLINO
Juventus-Bari 3-0
Juventus (4-3-1-2)
: Buffon 7; Zebina 5,5, F.Cannavaro 6,5, Chiellini 7, De Ceglie 6; Camoranesi 5 (1′ st Candreva 6), Poulsen 6, Marchisio 6,5 (33′ st Salihamidzic 6); Diego 6; Del Piero 6, Amauri 5 (1′ st Iaquinta 8). A disposizione: Manninger, Legrottaglie, Grosso, Marrone. All. Zaccheroni
Bari (4-4-2): Gillet 6,5; Belmonte 6, Stellini 5,5, Bonucci 6, S.Masiello 5; Alvarez 6 (26′ st Gosztonyi 5,5), Almiron 6, Donati 5, Koman 6 (19′ st Rivas 6); Barreto 5, Castillo 5 (10′ st Meggiorini 5,5). A disposizione: Padelli, Diamoutene, Parisi, De Vezze. All. Ventura
Arbitro: Gervasoni
Marcatori: 8′ st Iaquinta (J), 24′ st rigore di Del Piero (J), 41′ st Iaquinta (J)
Ammoniti: Almiron, Meggiorini, Gillet (B), Camoranesi, Iaquinta (J)
Espulsi: –


Fonte: Sport Mediaset di Alberto Gasparri

Booking.com