Calcio Italiano Mazzarri: “Sono carico. Daremo il massimo fino alla fine”

Mazzarri: “Sono carico. Daremo il massimo fino alla fine”

455

Il tecnico chiarisce che il Napoli non è depresso ma, anzi, più motivato che mai. “E’ un anno contraddistinto da partite giocate benissimo, in cui mettiamo sotto quasi tutti gli avversari, ma non sempre raccogliamo i frutti. Spero che la ruota giri”

 

Mazzarri“Sono carico, anzi ancora più carico di prima”. Il pareggio interno con il Cagliari brucia ancora, ma meglio chiarire subito che il Napoli non è depresso e che è più motivato che mai. Lo è sicuramente Walter Mazzarri che nella conferenza stampa di oggi ha assicurato di avere stimoli enormi e che in queste ultime tre gare la sua squadra continuerà a dare il massimo, nella speranza che, così dice l’allenatore toscano, la ruota giri. “Mi brucia non aver vinto contro il Cagliari – spiega Mazzarri -. Abbiamo dominato e quando non si vincono partite così sono sempre arrabbiato. Però con razionalità devo considerare la grande prova dei ragazzi. Purtroppo quest’anno ci sta capitando troppe volte di fornire prestazioni di altissimo livello e non raccogliere. E’ un anno contraddistinto da partite giocate benissimo, in cui mettiamo tutti e quasi tutti gli avversari sotto, ma non sempre raccogliamo i frutti. Ma questo mi dà fiducia per il futuro. Prima o poi la stella cambierà”.

Niente da rimproverare ai suoi ragazzi, Mazzarri è soddisfatto della prestazione. “Abbiamo creato otto palle gol nitide, fino al 93esimo abbiamo assediato l’area del Cagliari, nonostante assenze importanti. Cosa potevo chiedere di più alla squadra? – si domanda Mazzarri – Il portiere nostro non ha fatto una parata, il portiere loro si è superato e purtroppo la palla non è voluta entrare. Se la squadra gioca così, con questo impeto e questa determinazione, io non posso che essere contento della prestazione e fare i complimenti ai ragazzi. Il destino non si può controllare, ma il gioco sì. E sotto questo aspetto sono più che soddisfatto”. Il Napoli ha l’Europa League tra le mani, il sogno Champions sembra ormai svanito, ma la matematica dice che nessuno dei due discorsi è chiuso. “I bilanci li faccio alla fine. Ora c’è il Chievo e penso solo alla partita di Verona – spiega il tecnico azzurro -. Ho deciso sin da quando sono arrivato che i conti si fanno alla fine. Non guardo le avversarie, penso solo al rendimento nostro ed alla squadra ho chiesto di dare il massimo fino all’ultimo secondo di questo campionato”.

Mazzarri ringrazia i tifosi per il sostegno che il popolo azzurro continua ad assicurare alla squadra. “Il pubblico è magnifico. Ho visto un San Paolo maturo anche domenica. La gente di Napoli ha capito lo spirito che ha questa squadra sia in casa che fuori casa – spiega Mazzarri -. C’è un feeling tra tifosi e squadra che raramente mi è capitato di vedere. E ringrazio tutti i nostri sostenitori per il calore che ci sta dando per proseguire la nostra cavalcata. Daremo tutto quello che abbiamo dentro prima col Chievo, poi con l’Atalanta ed infine con la Sampdoria. Metteremo in campo il massimo delle nostre forze e poi sarà la classifica a dare il verdetto finale”. Dopo lo 0-0 interno di domenica scorsa contro il Cagliari, ripresa della preparazione a Castelvolturno per il Napoli di Walter Mazzarri. Gli azzurri hanno cominciato a preparare la sfida in casa del Chievo con una seduta di scarico per chi ha giocato contro il Cagliari, lavoro più intenso, invece, per gli altri giocatori della rosa impegnati in una partita a campo ridotto. Lavezzi ha fatto un po’ di corsa leggera e nel tardo pomeriggio farà un esame per valutare l’entità dell’infortunio subito con il Cagliari. Domani doppia seduta di allenamento.


Fonte: Sky Sport

Booking.com