Calcio Italiano Moratti non perdona Balotelli

Moratti non perdona Balotelli

488

“Sicuramente prenderemo provvedimenti”

 

MorattiNon si concluderà solo con un rimprovero la vicenda che ha visto Mario Balotelli protagonista negativo al termine della partita col Barça. “Sicuramente prenderemo dei provvedimenti, l’importante è che si reintegri bene nella squadra e con il gruppo”, ha detto il presidente Massimo Moratti. Che non vuol parlare di addio: “La mia volontà è continuare con questo ragazzo che ha talento e carattere. Non è impossibile ricucire”.

“E’ stato un suicidio pubblico di Mario, è un ragazzo che ha le sue problematiche in cui non voglio entrare. Se vivi insieme agli altri ti rendi conto che anche loro hanno dei problemi che magari sono più gravi dei tuoi. E’ chiaro che qualche problema c’è. Bisogna capire e farlo il più in fretta possibile”, ha sottolineato. Moratti ha anche aggiunto di non aver fissato alcun incontro col giocatore o col suo manager.
José Mourinho che ha parlato di un’Inter finalmente grande e da Champions League: “Lo ha detto perché, precedentemente, anche con lui, non aveva il carattere Champions, mentre quest’anno sta dimostrando di averlo, questo grazie alle vittorie conquistate, alle soddisfazioni provate e all’ottima preparazione delle gare. Si tratta di un processo lavorativo fatto da un ottimo allenatore e da ottimi giocatori che ha portato fino qui”.
Sul rinnovato fuoco di Calciopoli: ”Bisogna sapere sopportare i veleni, sapersi difendere, sperare che in seguito venga lasciato spazio a cose piu’ vere e che non ci siano segreti nascosti”.

BALOTELLI: “VOGLIO DIVENTARE IL PIU’ FORTE”
“Psicologicamente sto sempre come prima, sto bene: sono pronto a essere il giocatore più forte del mondo”
: è quanto ha detto Mario Balotelli alla presentazione del libro di Stefano Borgonovo. ”Sono tranquillo. E’ da piccolo che ho questo sogno” di diventare il più forte. Balotelli ha poi spiegato di “non avere difficoltà a farsi apprezzare” e che “l’80% della mia vita è fuori di casa, sotto i riflettori. Se la gente vedesse il restante 20%, capirebbe che rido anche io, sono un ragazzo solare: ma non si può ridere sempre”. Su Borgonovo, Balotelli ha spiegato di non avere “neanche il decimo della forza di Stefano”.

TAPIRO D’ORO PER BALOTELLI
“Striscia la Notizia” consegna il Tapiro d’Oro a Mario Balotelli. Raggiunto a Brescia da Valerio Staffelli, l’attaccante nerazzurro non ha risposto alle domande dell’inviato del programma di Ricci. Ma divertito dalle sue battute si è limitato a dire: “Io il sorriso non lo nego mai a nessuno“.

RAIOLA: “POCHI MOTIVI PER FISCHIARLO”
”Quando due si vogliono bene e litigano mica si deve chiedere scusa”. Così Mino Raiola, agente di Mario Balotelli, ha replicato a chi chiedeva se l’attaccante potesse chiedere scusa ai tifosi dopo aver gettato a terra la maglia dell’Inter. ”Ora bisogna stare tranquilli e uscire da questa lente di ingrandimento”, ha aggiunto Raiola. Molti tifosi vorrebbero che Balotelli chinasse la testa. ”Non lo ha già fatto l’altra volta?”, ha risposto l’agente riferendosi al chiarimento fra il giocatore e Mourinho che ha messo fine alla sua esclusione: ”Ha dimostrato grande senso di attaccamento alla squadra, e credo che non ci fossero nemmeno tanti motivi per fischiare Mario: è entrato e ha fatto un grande numero, ha cercato di dare una palla di prima che se andava bene facevano il 4-1. Poi – ha continuato – tutto quello che fa Mario viene ingrandito. Come ha detto Moratti tutto si ricomporrà con il tempo”. Come va invece il rapporto con i compagni, dopo il confronto duro fra Balotelli e alcuni di loro, specialmente Materazzi, negli spogliatoi? ”Chiedete a loro, a voi andrebbe bene se un collega vi prendesse a calci? Lo ha aggredito…”, ha concluso Raiola.


Fonte: Sport Mediaset

Booking.com