Coppe Sampdoria, un buon 1-1 contro il PSV Eindhoven

Sampdoria, un buon 1-1 contro il PSV Eindhoven

518

Una rete di Cacciatore illude i doriani, raggiunti solo al 90′

 

CassanoAncora una volta gli ultimi minuti sono fatali per la Samp in Europa. Come già avvenne nella gara di ritorno contro il Werder Brema in Champions anche questa sera, nella prima partita del girone di Europa League, la squadra blucerchiata subisce proprio nel finale il gol del Psv Eindhoven che consente agli olandesi di pareggiare la rete di Cacciatore nel primo tempo. Ma di sfortuna, in questo caso, non si può parlare: dopo i primi 20 minuti di grande pressing, fantasia, personalità, e altri 20 di smarrimento, nel secondo tempo gli uomini di Di Carlo hanno rinunciato a giocare scegliendo soltanto una confusa difesa. Il Psv è diventato padrone del campo e del gioco con occasioni ripetute, un gol annullato per offside di Berg (22′ pt), un palo di Afellay (25′ st), e almeno 3 salvataggi di Curci (33′ e 34′ su Berg, 44′ su Affellay nel primo tempo, 20′ ripresa su Lens).

Nei primi 20 minuti la Sampdoria è sembrata padrona del campo: pressing e idee, raddoppi di marcatura e grande intensità soprattutto a centrocampo dove il giovane Koman è stato schierato in appoggio alle due punte Cassano e Marilungo. Il gol di Cacciatore, al debutto in Europa, è arrivato a premiare la superiorità tecnica e tattica dei genovesi. L’ovvia reazione degli olandesi ha però messo in difficoltà i blucerchiati che hanno cominciato a chiudersi per difendere un vantaggio d’oro. La ripresa ha sancito la superiorità fisica dei padroni di casa che hanno letteralmente schiacciato la Sampdoria nella sua metà campo impedendo qualsiasi azione offensiva: Cassano, che nel primo tempo aveva mostrato una discreta verve, è completamente scomparso dal gioco abbandonato a se stesso in mezzo alla difesa avversaria e mai servito dai compagni. La stanchezza fisica da una parte e, dall’altra, le indicazioni tattiche del tecnico Di Carlo hanno indotto i blucerchiati a scegliere un autentico catenaccio che si è spezzato al 90′ con il siluro di Dszudzak.
Fonte: Tutto Sport
Booking.com