Calcio Mercato Calciomercato, dopo la Confederation Cup, Paulinho passa all’Inter

Calciomercato, dopo la Confederation Cup, Paulinho passa all’Inter

540

La scorsa settimana ha salutato i suoi compagni del Corinthians con grande affetto prima di imbarcarsi nell’avventura che la Seleçao affronterà nell’imminente Confederations Cup: ma dietro a questo gesto di affetto c’è chi ha visto qualcosa di più, traducibile in un addio alla sua squadra e al suo Paese, l’ultimo abbraccio prima di sbarcare in Europa.

paulinho.1Obiettivo dell’Inter ormai da due anni, Paulinho sembrerebbe in procinto di accasarsi finalmente a Milano: le voci di un contatto tra le due società (anche in occasione della finale di Champions League) si sono inseguite a lungo senza trovare conferma, ma pare che i nerazzurri abbiano strappato una sorta di promessa al giocatore, ossia quella di vestire la casacca col Biscione in caso di addio al Brasile. Paulinho, che a gennaio aveva rifiutato il trasferimento nonostante l’accordo trovato tra le due società ritenendo prematuro il suo approdo nel calcio italiano, ora ci starebbe anche, ma non gradisce la situazione di stand-by in cui sembra essere precipitato mentre Moratti e Thohir discutono del futuro della società: certo, se il magnate indonesiano dovesse acquisire il club, allora la potenza di fuoco sul mercato aumenterebbe in modo esponenziale, e Paulinho potrebbe anche essere accantonato, per concentrarsi su obiettivi più grandi.

“L’ho detto e lo ripeto: all’Inter ci andrei molto volentieri – ha dichiarato il centrocampista brasiliano, classe ’88, alla ‘Gazzetta dello Sport’ -. È un club conosciuto in tutto il mondo. Ci ha giocato Ronaldo, il Fenomeno. Ci hanno giocato Julio, Lucio, Maicon. Chi non vorrebbe indossare quella maglia?”.

La perplessità che potrebbe frenare la voglia nerazzurra del giocatore potrebbe riguardare la mancanza delle coppe: il finale di stagione da brividi ha fatto scivolare l’Inter al nono posto in campionato, estromettendo la squadra dall’Europa nella prossima stagione. Paulinho sembra non preoccuparsi, ma ora ha bisogno di un forte segnale di apertura da parte della società nerazzurra.

“La Champions è bella, come la Libertadores. Ma l’Inter va bene anche senza coppe perché sicuramente avrà voglia di rivincita. Stiamo parlando di un club che pochi anni fa ha conquistato tutto. Però l’Inter, se mi vuole, deve farsi avanti con un’offerta giusta. Non sono un ragazzino. In Brasile sto bene, gioco nel Corinthians, una società forte, una società amata. E nella Seleçao sono uno dei titolari. Per lasciare tutto questo devo avere le motivazioni giuste”.

La clausola rescissoria del contratto del giocatore è di 20 milioni di euro: su di lui è forte anche l’interesse dello Shakhtar Donetsk.

Booking.com