Calcio Italiano Il Bologna si arrende a Balotelli

Il Bologna si arrende a Balotelli

682

ibrahimovic

L’Inter prosegue la sua corsa andando a imporsi al Dall’Ara per 2-1 sul Bologna nel primo anticipo del 25° turno . Il nono successo esterno stagionale della compagine di Mourinho è sancito nel finale da una rete di Balotelli dopo che Britos aveva risposto all’iniziale vantaggio nerazzurro siglato da Cambiasso.
Ennesima delusione casalinga per il pubblico di fede rossoblù che per la settima volta in questo campionato ha visto la propria squadra del cuore inchinarsi agli avversari. I rossoblù con 9 punti in 12 gare si confermano il complesso che ha raccolto di meno negli impegni interni.

Sinisa Mihajlovic che deve fare a meno di Osvaldo propone un 4-5-1 che davanti ad Antonioli prevede Zenoni, Moras, Britos e Lanna in difesa; Valiani, Mudingayi, Mingazzini, Amoroso e Bombardini a centrocampo e Di Vaio unica punta. Sul fronte opposto Josè Mourinho privo oltre che di Materazzi (non convocato a scopo precauzionale) anche dell’infortunato Samuel (risentimento muscolare accusato dal centrale argentino nel riscaldamento) e degli squalificati Burdisso e Chivu si affida nella gara pre-Champions ad un 4-3-1-2 che davanti a Julio Cesar presenta Maicon, Cordoba, Rivas e Santon in difesa; Zanetti, Cambiasso e Maxwell a centrocampo; Muntari a sostegno degli avanti Adriano e Ibrahimovic.

Prima del calcio d’inizio il Dall’Ara, tutto esaurito per l’arrivo della capolista, osserva in rigoroso silenzio un minuto di raccoglimento in ricordo di Giacomo Bulgarelli.
Il primo tentativo a rete è dei nerazzurri: Ibrahimovic al 4’ impegna severamente Antonioli con un potente rasoterra mancino dalla distanza. La risposta del Bologna è affidata all’8’ a Zenoni che chiama in causa Julio Cesar con una conclusione dal limite dell’area. L’Inter con il passare dei minuti prende in mano le redini del gioco. Antonioli al 12’ neutralizza una punizione forte ma centrale di Ibrahimovic. L’avanti svedese al 17’ arriva con un attimo di ritardo su un traversone dalla destra di Maicon. I nerazzurri insistono. Muntari, smarcato splendidamente da Ibrahimovic, fallisce al 21’ una ghiotta opportunità da rete calciando alto a tu per tu con Antonioli. Identica sorte, ma da posizione decisamente più defilata, spetta ad un destro di Adriano al 34’. Prima dell’intervallo (39’) Julio Cesar si rende protagonista di una tempestiva uscita alta su Di Vaio e, poco dopo, vede sfilare non distante dai suoi pali una punizione di Volpi.

Alla ripresa del gioco la compagine di Mourinho si presenta in campo con Stankovic al posto di Muntari. L’Inter, pur senza creare particolari pericoli, si mantiene costantemente in fase offensiva. La pressione dei nerazzurri è coronata al 57’ dalla rete di Cambiasso: il centrocampista argentino controlla in area una sponda di Adriano sugli sviluppi di un corner di Maicon e trafiggere Antonioli con una conclusione da pochi passi. Inutili proteste dei felsinei per un presunto tocco con la mano del brasiliano nello stacco aereo. Al 65’ Mihajlovic aumenta il potenziale offensivo della squadra inserendo Marazzina per Valiani. L’Inter controlla piuttosto agevolmente i tentativi offensivi dei padroni di casa fino al 75’ quando nel giro di pochi secondi Julio Cesar viene chiamato in causa da un pallone svirgolato verso la propria porta da Stankovic e da un colpo di testa da distanza ravvicinata di Marazzina. Il Bologna ci crede e al 79’ perviene al pareggio con uno stacco vincente di Britos a centro area sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina di Volpi. Mourinho che pochi istanti prima del pareggio si era teoricamente coperto con l’innesto di Vieira per Adriano torna alle due punte inserendo per Balotelli per Maxwell. Una scelta quanto mai azzeccata perché il giovane avanti nerazzurro all’82’ riporta definitivamente avanti i suoi colori sorprendendo Antonioli su punizione. A salvare il successo della capolista ci pensa all’89’ Julio Cesar: l’estremo difensore brasiliano devia con bravura in angolo un’incornata di Di Vaio smarcato centralmente da una sponda sempre per via aerea effettuata da Marazzina.

Fonte: R. Datasport, DTS

Booking.com