Calcio Italiano Il Napoli è in ansia per Marek Hamsik

Il Napoli è in ansia per Marek Hamsik

708

Risentimento muscolare: oggi la risonanza, si teme lo stiramento

 

­hamsikLa sintesi perfetta, raccontata in tempi non sospetti: estate del 2008, quando Hamsik era già Hamsik, ma senza essere questo Hamsik, e quando Reja, osservandolo dallo scanno preferenziale della panchina quotidiana a bordo campo, ne traccia l’identikit: «È un centrocam­pista moderno, un ragazzo perfet­to, che lavora per il gusto di farlo e per il piacere di migliorarsi. È un po’ Gerrard e un po’ Lampard, an­che se è diverso da entrambi: ma dei due inglesi ha la capacità e i tempi d’inserimento e la familiari­tà con il gol».

CHE QUALITÀ – Come Hamsik, in Eu­ropa, non c’è quasi nessuno: solo Gerrard e Lampard, gli incursori d’un calcio fisicamente sontuoso e tecnicamente stellare, ritrovatosi al fianco di questo giovanotto senza macchia e senza paura, capace di eguagliare il meglio di se stesso in poco più d’un girone, infilandoci dentro pure un rigore sbagliato, perciò quel dolorino avvertito in Slovacchia-Ucraina (sconfitta, ma un altro gol) che ha lan­ciato l’allarme ora fa più rabbia. E sì, maledizione, perché questo Hamsik che tra i centrocampisti in Italia non ha rivali, adesso è alle prese con la sofferenza che lo tiene in ansia per il Bologna, for­se anche per il Genoa, perché quel risentimento lì, da sot­toporre a risonanza, sa tanto di sti­ramento.

Fonte: Corriere dello Sport di Antonio Giordano
Booking.com