Calcio Italiano Inter-Milan, derby d’America

Inter-Milan, derby d’America

422

Quasi 50mila persone assisteranno alla partita. I nerazzurri giocheranno con la squadra migliore, con Stankovic trequartista e la coppia d’attacco Milito-Balotelli. Leonardo ha poche certezze: Pirlo e Gattuso a centrocampo, Ronaldinho e Inzaghi davanti


RonaldinhoMilan e Inter si incontrano per la prima volta in questa stagione in terra straniera, a Boston, dove quasi 50mila persone assisteranno al derby milanese. La squadra di Mourinho è in Massachusetts da alcuni giorni, quella di Leonardo è arrivata sabato mattina dopo l’amichevole con il Chelsea. L’Inter si presenta nella sua formazione migliore, giocherà anche Maicon. Il nodo Ibrahimovic si è sciolto e la squadra sta prendendo forma, anche se non può essere vera Inter, a questo punto, senza Eto’o che deve ancora conoscere i suoi nuovi compagni. L’inter giocherà con il rombo di centrocampo, quella che si vedrà anche stasera contro il Milan, salvo sprazzi di 4-3-3 in corsa: dunque un’Inter con Stankovic trequartista e la coppia d’attacco Milito-Balotelli. Molti dubbi per Leonardo che ha avuto poco tempo per costruire la formazione per il derby, visto che il Milan in questi otto giorni americani è andato su e giù per il Paese.

Inter formato pechino — Mourinho prova l’Inter di Pechino, Leonardo prova il Milan che deve lanciarsi, dovrebbe lanciarsi, in una nuova era dopo l’addio di Ancelotti. I punti fermi in attacco, per il momento, sono Ronaldinho e Inzaghi. A centrocampo si ritrovano titolari Pirlo e Gattuso. Poche altre certezze per il tecnico milanista, che sta provando a gestire i giovanissimi ingaggiati dal Milan, tipo Zigoni, in attesa di avere idee più chiare di quel che potrà avere a disposizione per costruire l’attacco. Nelle partite contro Club America e Chelsea il Milan è sembrato in crescita e il suo tecnico si è detto soddisfatto dello spirito di gruppo. Spirito che servirà moltissimo per non deludere contro quelli che potrebbero essere gli avversari da battere per tutta la stagione.


Fonte: Gazzetta dello Sport di Alessandra Bocci  e Andrea Elefante

Booking.com