Calcio Italiano Serie A Juve, perchè il -10 dall’Inter: Licenziare in tronco Allegri e Marotta

Juve, perchè il -10 dall’Inter: Licenziare in tronco Allegri e Marotta

896

Marotta e AllegriJuve, perchè il -10 dall’Inter: Licenziare in tronco Allegri e Marotta. La Juve senza testa e senza coda, un mercato autolesionista di poca qualità, un tecnico non all’altezza della situazione, giocatori che peccano di arroganza e leziosismi ed una dirigenza spavalda solo con i Vidal, con i Pirlo e con i Tevez.

Juve, perchè il -10 dall’Inter: Licenziare in tronco Allegri e Marotta. La crisi in casa Juve continua e l’ultima delusione con  il pareggio allo Stadium contro il Frosinone è palpabile e tutti i tifosi bianconeri hanno perso la speranza della conquista dello scudetto. troppo presto se si pensa che stiamo a solo alla 5^ giornata di campionato e perdipiù a -10 dalla capolista Inter.

Juve, perchè il -10 dall’Inter. I tifosi ed in primis la dirigenza vorrebbero salvare il salvabile con il raggiungimento almeno del terzo posto, che considerato tutto il contesto, non sarà per niente facile. Hanno capito, comunque, che con Marotta, che ha portato avanti un mercato catastrofico ed autolesionista, ed un Allegri,  che non ha la qualità di gestire il gruppo che ha a dispozione, non si va a nessuna parte. L’analisi del cammino bianconero è presto fatta e non ci vuole la zingara per capire cose elementari. Tre partite casalinghe la Juve ha racimolato la bellezza di soli due punti, ruolino da retrocessione: zero punti all’esordio, con la sconfitta contro l’Udinese  e due  pareggi con Chievo e Frosinone.  Una situazione che non dà scampo a nessuno ed esistono delle responsabilità oggettive gravi, che vanno divise tra tutti, a cominciare dalla dirigenza, all’allenatore ed ai giocatori. Licenziare in tronco Allegri e Marotta.

Un allenatore che sta dimostrando di non avere le qualità necessarie e delle lacune imperdonabili per risolvere in tempi brevi i problemi della squadra non avendo le idee chiare e la cattiveria giusta. Un tecnico che non è capace di dare le giuste motivazioni e la squadra che pecca di arroganza e leziosismi, dimenticandosi che appartengono alla Juve. Non lo vuoi licenziare in tronco? Si è fatto leva sul francesino  Pogba, da cui ci si aspettava un definitivo rilancio nei top-player, ma è stato sicuramente sopravvalutato dagli addetti ai lavori filojuventini, in primis dal suo agente Raiola, ormai il Dio in persona, che si è permesso di criticare Alex Ferguson, dicendo che il tecnico inglese non ha capito il valore del calciatore. A mio avviso, e forse di tantissimi tifosi e dirigenti anche bianconeri, tutti ormai hanno capito il reale valore di Pogba che è soltanto un giocatore come tanti altri e non un campione che può valere 100 milioni.

Juve, perchè il -10 dall’Inter. Anche l’erba dello Stadium aveva capito che alla Juve serviva un trequartista dalle capacità di un top- player e di caricarsi la squadra sulle spalle e dettare i tempi di gioco, purtroppo i dirigenti non l’hanno capito ed in primis Marotta ha perso circa nove mesi di mercato a correre  dietro al regista Draxler dello Wolfsburg, alla fine, e solo il 31 agosto,  arriva Hernanes, pagato 13 milioni compreso i bonus.Ma non lo vuoi licenziare in tronco? E perdipiù Llorente e Tevez , ancora con un anno di contratto, vengono “regalati” con un pacco e nastro d’oro e quindi non avere i soldi per prendere un grande regista. Non lo vuoi licenziare in tronco a Marotta?.

Juve, perchè il -10 dall’Inter.  Vidal è stato svenduto a 37 milioni,  mentre l’Inter è stata brava a vendere Kovacic a 40 e la Roma a vendere Bertolacci a 20 milioni. Non lo vuoi licenziare in tronco a Marotta? Il mea culpa è presto fatto e l’obiettivo minimo stagionale  è quello di centrare almeno il terzo posto, ma non sarà per niente facile. Sabato prossimo, 26 settembre, 6^ di campionato sapremo chi è la Juve quest’anno, impegnata al San Paolo contro il Napoli, uno  scontro diretto per l’accesso alla prossima Champions League. Eventuale sconfitta bianconera metterebbe a serio rischio anche la partecipazione alla competizione europea del prossimo anno, con tutte le conseguenze del caso, a cominciare dall’aspetto economico e per finire al licenziamento in tronco di Massimiliano Allegri.

Booking.com