Calcio Estero Liga Liga Spagnola, è divorzio Ancelotti-Real Madrid: Conferenza d’addio

Liga Spagnola, è divorzio Ancelotti-Real Madrid: Conferenza d’addio

Ancelotti e PerezLiga Spagnola, è divorzio Ancelotti-Real Madrid: Conferenza d’addio. Secondo il quotidiano iberico “Marca”, da sempre molto vicino alle questioni di casa Real Madrid, Carlo Ancelotti ufficializzerà oggi il suo addio. Si fermerà un anno per problemi personali e poi si vedrà.

Liga Spagnola, è divorzio Ancelotti-Real Madrid: Conferenza d’addio. Il presidente delle “Merengues”, Florentino Perez e il tecnico italiano Carlo Ancelotti si vedranno questo pomeriggio per risolvere gli ultimi dettagli circa la separazione a fine stagione. Alle ore 19:00, presso la sala stampa del “Santiago Bernabeu”, è in programma la conferenza stampa che sancirà il divozio.

Oggi Adriano Galliani, amministratore delegato del Milan, volerà nella capitale spagnola per incontrare l’allenatore del Real Madrid Carlo Ancelotti e provare a convincerlo ad accettare la panchina rossonera per la prossima stagione. Il tecnico di Reggiolo, però, sembra intenzionato a dire no alla proposta del Milan. Il motivo lo ha spiegato proprio il tecnico italiano a Il Giornale: “L’ho detto in conferenza stampa e non posso che ripeterlo: mi fermerò un anno. Anche perché ho un motivo molto serio per fermarmi: mi devo operare alla cervicale per via di una stenosi. Da qualche tempo mi procura un formicolio alle mani. Se dovessi perdere altro tempo potrebbe passare alle gambe, perciò ho già preso l’appuntamento per l’intervento chirurgico. E non so francamente quanto tempo dovrò stare fisicamente fermo, per la fase post-operatoria e per la successiva rieducazione. Galliani? Sarà un piacere averlo ospite a cena, ma non posso cambiare programma. Il dado è tratto. La promessa di tornare? Confermo quella promessa solenne. Ho sempre detto e pensato: se dovessi tornare un giorno in Italia ad allenare un club, potrei farlo solo e soltanto con il Milan. So che hanno grandi progetti e voglia di investire e rilanciare la squadra. Non mancheranno però gli ostacoli lungo la strada perché i club che dispongono dei top player di sicuro li terranno”.

Booking.com