Coppe Londra si colora di giallorosso

Londra si colora di giallorosso

625

I tifosi della Roma stanno sbarcando con ogni mezzo: è una mini invasione

 

tonettoIeri e ancora oggi. Poi, domani, come nelle pellicole da Oscar, sarà un altro giorno, la speranza è che possa essere vissuto con il sorriso e il cuore ancora in tumulto.

Qui Londra, provincia di Roma. La capitale inglese è stata (e sarà) presa d’assalto dai tifosi giallorossi. Come al solito, impagabili e sempre pronti quando c’è da vivere una favola. Una mini invasione, anche questo è Arsenal-Roma di questa sera. Con ogni sforzo, con ogni mezzo, come si conviene a occasioni storiche. In aereo, non necessariamente di linea, in treno, in pullman e furgoni affittati per l’occasione. Da Roma, via Parigi o via Dublino, non c’è differenza. Non ci sono limiti, non c’è limite per arrivare a toccare il sogno dell’Europa che conta. Già all’aeroporto di Fiumicino, di prima mattina, la sensazione era quasi una certezza.

Poco meno di tremila all’Emirates Stadium, stasera, anche se qualcuno (un centinaio) aveva già «assaggiato» l’effetto nella rifinitura della Roma di ieri pomeriggio e altri (un altro centinaio) erano rimasti fuori, bloccati dagli inflessibilisteward britannici. Una trasferta alla quale nessuno è voluto mancare (solo Rosella Sensi è rimasta a Roma, visto che fra poco più di un mese diventerà mamma).

C’è serenità nel clan giallorosso. Ieri sera, quando il gruppo ha cominciato a correre per il riscaldamento, dopo trequarti di giro, dalle tribune s’è sentito un incitamento, stile “Forza Roma”. Un tifoso isolato? No, era Pizarro che aveva preso posto in una delle poltroncine e si stava… gustando la fatica dei compagni…

Fonte: Corriere dello Sport

Booking.com