Calcio Italiano Maldini: “Se battiamo l’Inter puntiamo al titolo”

Maldini: “Se battiamo l’Inter puntiamo al titolo”

276

L’ex capitano rossonero sarà in tribuna per il derby di Milano di sabato: “Non ho rimpianti per il mio ritiro, era il momento giusto. Ronaldinho riesce sempre a prevedere l’azione e Thiago Silva mi ha impressionato positivamente”.

 

Maldini“Se battiamo l’Inter possiamo pensare allo scudetto”. Parola di Paolo Maldini che nonostante quest’anno abbia deciso di appendere le scarpette al chiodo parla ancora da autentico condottiero e protagonista. “La prima giornata? Me la sono goduta da tifoso davanti alla tv – spiega alla Gazzetta dello Sport – Il Milan? Già al trofeo Berlusconi l’avevo visto in crescita. Thiago Silva il mio erede? A me piace moltissimo: ha caratteristiche fisiche e tecniche da campione. Nell’uno contro uno è fortissimo, deve imparare a giocare in coppia con l’altro centrale. Ma con Nesta farà in fretta e gli servirà allenarsi con Favalli e Bonera”.

Sabato l’atteso appuntamento del derby contro l’Inter, giunto molto presto quest’anno, alla seconda giornata. “Sarò in tribuna a San Siro – dice – Avevo già mezza idea di andarci, poi mi ha telefonato Leonardo per invitarmi e non ho avuto alcun dubbio. Mi sono scoperto tifoso, mi piace vedere il Milan. Ronaldinho? E’ un fenomeno perchè vede non solo il primo passaggio, ma anche il secondo e il terzo. Riesce a prevedere lo sviluppo dell’azione. Potrebbe fare la differenza anche giocando da fermo, ma nel calcio moderno giocare da fermo non si può”. Maldini non si dice pentito di essersi ritirato: “Era arrivato il momento giusto per smettere, anche se sto bene fisicamente. Nessun rimpianto. Non è stato difficile dire no al Chelsea, non me la sentivo di ripartire subito. Quando arriverà qualche proposta seria in futuro ci rifletterò. Nel frattempo seguirò i miei affari in prima persona”.


Fonte: Sport Mediaset

Booking.com