Calcio Italiano Mutu si sente come nuovo Obiettivo: avanti in Champions

Mutu si sente come nuovo Obiettivo: avanti in Champions

359

Oggi, al raduno della Fiorentina, il rumeno si presenterà guarito dai problemi a ginocchio e gomito che ne hanno condizionato la scorsa stagione: “Abbiamo nel mirino i preliminari, un appuntamento da non fallire. Per poi cercare di fare meglio dell’anno scorso”

 

MutuTutti gli occhi su di lui. Lui sì, il New Mu, il nuovo Adrian Mutu. La sua ultima gara in viola è datata 22 marzo, gol contro il Siena, ovviamente decisivo: da allora chiedete a ginocchio e gomito cos’è successo. E’ successo che prima l’uno e poi l’altro andavano registrati. Tagliandi effettuati, operazioni riuscite, per questo il trentenne Adi oggi ha adrenalina da scaricare. Roba da ventenne. In attesa del reinvestimento degli oltre 20 milioni incassati dalla cessione di Felipe Melo, ecco lui: il Grande Rinforzo di metà luglio.

migliorare — Due numeri, tanto per gradire: Mutu la stagione scorsa ha giocato 19 partite, tutte da titolare, con 13 gol, quasi tutti determinanti. Compresa la tripletta del 3-3 a casa-Genoa che ha dato il quarto posto matematico. Mezza stagione saltata insomma, ma l’altra metà giocata da Fenomeno. Un’estate fa stava sbarcando a Roma, oggi ha un chiodo fisso: la Fiorentina. “Sono strasicuro di restare in viola – ha ribadito -: abbiamo come obiettivo i preliminari di Champions, un appuntamento da non fallire. Per poi cercare di fare meglio dell’anno scorso”. Adi ha lavorato sul campo e in palestra con un preparatore atletico della Fiorentina. In vacanza sì, a Miami e Santo Domingo. Si ricomincia insomma, test fisici per tutti: da oggi a mercoledì; poi, da giovedì, tutti a Cortina.

e lucarelli? — E a Cortina si presenterà anche Marco Marchionni. E’ lui, oltre a Natali, l’altro tassello di inizio stagione. Cesare Prandelli, in attesa di altri, ha in mente due moduli: 4-2-3-1 e 4-4-2. Attenzione alla volontà di spostare nuovamente da terzino Vargas, soprattutto se Pasqual non rinnoverà. Il nuovo Melo? La griglia dei preferiti è: Brighi, Guarente, Dzemaili. Ah, torna di moda Lucarelli: per lui è giallo a tre (Parma-Livorno-Fiorentina), per Prandelli è il vice-Gila.

violaland — Intanto nelle prossime ore è atteso in città Andrea Della Valle. Il pres viola non è mai mancato nelle vigilie delle partite toste e meno toste, probabilmente non mancherà nemmeno in queste giornate di raduno. Appuntamenti importanti: la squadra, i tecnici e lo staff prima di tutti; poi un tuffo nel mondo che verrà. Si vocifera di una riunione (dopodomani?) con il nuovo sindaco Renzi e l’Assessore allo sport Cavandoli: tema, la futura Cittadella Viola.


Fonte: Gazzetta dello Sport di Matteo Dalla Vite

Booking.com